Questo sito utilizza i cookies per gestire la navigazione ed altre funzioni

L'utilizzo di questo sito costituisce accettazione implicita all'uso dei cookies sul vostro dispositivo. Per saperne di piu'

Approvo

Informativa in adempimento degli obblighi previsti dall'Art. 10 della Direttiva n. 95/46/CE, nonchè a quanto previsto dalla Direttiva 2002/58/CE, come aggiornata dalla Direttiva 2009/136/CE, in materia di Cookie.

Questo sito utilizza i cookie per gestire autenticazione, navigazione, ed altre funzioni. L'utilizzo di questo sito costituisce accettazione implicita all'uso dei cookies sul vostro dispositivo.

Eredità al convivente. Asse ereditario del compagno sposato con moglie e figli





Convivo con un uomo sposato( non ha mai chiesto la separazione dalla moglie)padre di due ragazze, 22 anni la prima e 19 la seconda. il mio compagno e sua moglie sono sposati in regime di separazione di beni. Il quesito è questo...quando siamo andati a convivere lui ha acquistato una casa intestata a lui con mutuo sempre intestato a lui. Lui vorrebbe lasciarmi questa casa, anche perchè dice di averla comprata per me. Mi chiedo come possiamo fare? Lui vorrebbe lasciarmela come testamento. tenendo conto che lui è proprietario della casa in cui vivono la moglie e le figlie,(intestata solo a lui) proprietario di altri beni immobili che vorrebbe lasciare alle sue figlie. Mi chiedo la casa che vorrebbe lasciarmi, potrebbe essere quella quota di capitale, che lui può gestire come vuole, dopo aver accontentato figlie e forse moglie con gli altri beni?



RISPOSTA



Ai sensi dell'articolo 542, II comma, del codice civile, l'asse ereditario del tuo compagno si suddivide come segue.

Art. 542 del codice civile. Concorso di coniuge e figli.

Se chi muore lascia, oltre al coniuge, un solo figlio, legittimo o naturale, a quest'ultimo è riservato un terzo del patrimonio ed un altro terzo spetta al coniuge. Quando i figli, legittimi o naturali, sono più di uno, ad essi è complessivamente riservata la metà del patrimonio e al coniuge spetta un quarto del patrimonio del defunto. La divisione tra tutti i figli, legittimi e naturali, è effettuata in parti uguali.

¼ quota di legittima della moglie
¼ quota di legittima della figlia di 22 anni
¼ quota di legittima della figlia di 19 anni
¼ quota disponibile da attribuire alla sua attuale compagna

Tanto premesso, attribuisci un valore di mercato ai beni del tuo compagno.
L'abitazione che vorrebbe lasciarti con testamento, è di valore inferiore al 25% del complessivo asse ereditario ??? Spero di sì …

… e se il tuo compagno ti vendesse la nuda proprietà dell'abitazione, riservandosi l'usufrutto vitalizio ??? Perché non gli fai questa proposta ??? Alla morte del tuo compagno diventeresti piena proprietaria dell'immobile, senza dover rispettare le norme sulle quote di legittima.

Resto in attesa di un tuo riscontro.

Cordiali saluti.

Paga la tua consulenza

Inserisci il Costo

Easy Joomla Paypal Payment / Donations Module

Cerca Consulenza legale