Questo sito utilizza i cookies per gestire la navigazione ed altre funzioni

L'utilizzo di questo sito costituisce accettazione implicita all'uso dei cookies sul vostro dispositivo. Per saperne di piu'

Approvo

Informativa in adempimento degli obblighi previsti dall'Art. 10 della Direttiva n. 95/46/CE, nonchè a quanto previsto dalla Direttiva 2002/58/CE, come aggiornata dalla Direttiva 2009/136/CE, in materia di Cookie.

Questo sito utilizza i cookie per gestire autenticazione, navigazione, ed altre funzioni. L'utilizzo di questo sito costituisce accettazione implicita all'uso dei cookies sul vostro dispositivo.

Inadempimento appaltatore e risoluzione contratto difetti lavori





Buongiorno......
la presente per richiedervi una consulenza in merito a dei lavori di ristrutturazione mal eseguiti e per i quali siamo in controversia con l'impresa che ne è responsabile. Ancora prima di trasferirci presso l'appartamento dove i lavori sono stati eseguiti, avevamo fatto notare alcune imprecisioni e mancanze nell'esecuzione degli stessi documentando il tutto con fotografie dettagliate. Dal momento che l'80% dell'importo dovuto era già stato pagato a inizio lavori, abbiamo preteso che quanto da noi rilevato venisse ripristinato con un certo sollecito a regola d'arte prima di riconoscere all'imprese il saldo e visto il nostro imminente trasferimento con una bimba di 4 anni. Il responsabile, ha convenuto con noi sull'effettiva necessità di intervenire,  dimostrandosi inizialmente disponibile a contattare lui personalmente gli operai, ma a più di un mese dalla fine dei  lavori come da contratto prevista per il giorno 28/03/2013, ha provveduto solo parzialmente alle nostre richieste e lo stesso non si è più fatto vedere.
Ci ritroviamo tutt'ora a subire i disagi derivanti dalla pessima esecuzione delle loro prestazioni e siamo ancora in attesa confrontarci con il responsabile che non risponde più al telefono ma comunica solo con telegrafici sms o mail. Una di queste ci è pervenuta la settimana scorsa per sollecitarci il saldo della fattura prima di eseguire qualsiasi altro loro intervento, contrariamente a quanto invece era stato stabilito per ovvi motivi.

Vorrei capire come ci conviene procedere e se ci sono i presupposti per chiede oltre alla sistemazione immediata dei problemi anche i danni per il disagio che stiamo subendo.

Grazie



RISPOSTA



Il tuo rapporto giuridico-negoziale con il responsabile della ditta, è ascrivibile alla categoria del contratto di appalto e del rapporto giuridico committente – appaltatore.
Trattandosi di contratto di appalto, il legislatore ha previsto una norma ad hoc, applicabile alla presente fattispecie, ossia l'articolo 1662 del codice civile. Leggiamo tale norma …

Art. 1662 del codice civile.Verifica nel corso di esecuzione dell'opera.

Il committente ha diritto di controllare lo svolgimento dei lavori e di verificarne a proprie spese lo stato.
Quando, nel corso dell'opera, si accerta che la sua esecuzione non procede secondo le condizioni stabilite dal contratto e a regola d'arte, il committente può fissare un congruo termine entro il quale l'appaltatore si deve conformare a tali condizioni; trascorso inutilmente il termine stabilito, il contratto è risoluto, salvo il diritto del committente al risarcimento del danno.


1)il committente ha accertato che i lavori non procedevano a regola d'arte, nel corso dell'esecuzione degli stessi.
2)il committente fissa pertanto un termine affinché l'appaltatore possa ovviare a tali imperfezioni (ti consiglio di fissare tale termine per iscritto, con raccomandata a/r). 3)una volta che il termine sarà trascorso, avrai diritto di ricorrere al tribunale civile, per chiedere la risoluzione del contratto d'appalto, oltre ad un congruo risarcimento danni, determinato in via equitativa dal giudice, ai sensi dell'articolo 1226 del codice civile.

Art. 1226 del codice civile. Valutazione equitativa del danno.

Se il danno non può essere provato nel suo preciso ammontare, è liquidato dal giudice con valutazione equitativa.

Ti consiglio di rispondere per iscritto all'appaltatore, fissando un termine per eliminare le imperfezioni, con l'espresso avvertimento che in mancanza di adempimento da parte della ditta, ricorrerai alle vie legali per chiedere la risoluzione del contratto ed un congruo risarcimento danni.

Siamo a disposizione per tutti i chiarimenti del caso.

Cordiali saluti.

Paga la tua consulenza

Inserisci il Costo

Easy Joomla Paypal Payment / Donations Module

Cerca Consulenza legale