Questo sito utilizza i cookies per gestire la navigazione ed altre funzioni

L'utilizzo di questo sito costituisce accettazione implicita all'uso dei cookies sul vostro dispositivo. Per saperne di piu'

Approvo

Informativa in adempimento degli obblighi previsti dall'Art. 10 della Direttiva n. 95/46/CE, nonchè a quanto previsto dalla Direttiva 2002/58/CE, come aggiornata dalla Direttiva 2009/136/CE, in materia di Cookie.

Questo sito utilizza i cookie per gestire autenticazione, navigazione, ed altre funzioni. L'utilizzo di questo sito costituisce accettazione implicita all'uso dei cookies sul vostro dispositivo.

Tassazione tfr incentivo all'esodo aliquota separata verbale di conciliazione transazione con dipendente





Il presente quesito ai fini di una valutazione circa la convenienza fiscale dell'imputazione di una somma quale "integrazione tfr e incentivo all'esodo", inserito nel testo di un verbale di conciliazione, in alternativa ad un'eventuale e piu' generica dicitura come "importo forfettario a transazione generale".



RISPOSTA



L'imputazione di una somma quale "integrazione tfr e incentivo all'esodo", presenta indubbiamente, da un punto di vista fiscale, profili di convenienza per il percettore, ma …

Procediamo con ordine.
Una somma corrisposta a titolo di "importo forfettario a transazione generale", a fronte di un verbale di conciliazione tra il datore di lavoro ed il dipendente, concorre alla formazione del reddito da lavoro dipendente dell'anno d'imposta.
Secondo l’articolo 6 comma 2 del TUIR, le somme percepite in sostituzione di redditi e le indennità conseguite, anche in forma assicurativa, a titolo di risarcimento di danni consistenti nella perdita di redditi, esclusi quelli dipendenti da invalidità permanente o da morte, costituiscono redditi della stessa categoria di quelli sostituiti o perduti; pertanto tutte le indennità e le somme o i valori percepiti in sostituzione della retribuzione per lavoro dipendente o equiparati sono assoggettati a tassazione come redditi di lavoro dipendente (Messaggio Inps 29 marzo 2006, n. 9706).

La somma corrisposta a titolo di "importo forfettario a transazione generale" concorre alla formazione del reddito di lavoro dipendente, secondo le disposizioni previste dall’articolo 51 del TUIR. Secondo tale norma concorrono alla formazione del reddito da lavoro dipendente, tutte le somme e i valori (beni e servizi) che il dipendente percepisce nel periodo d’imposta, a qualunque titolo, anche sotto forma di erogazioni liberali, e quindi, tutte quelle somme che siano in qualunque modo riconducibili al rapporto di lavoro, anche se non provenienti direttamente dal datore di lavoro.
Concorrono quindi alla formazione del reddito di lavoro dipendente le somme e i valori, comunque percepiti, a seguito di transazioni, anche novative, intervenute in costanza di rapporto di lavoro o alla cessazione dello stesso;

Saranno invece assoggettate a tassazione separata unicamente i seguenti redditi, riconducibili all’area del rapporto di lavoro subordinato o assimilato:
- Le indennità e somme percepite in dipendenza dell’interruzione dei rapporti di lavoro dipendente;

- Gli emolumenti arretrati per prestazioni di lavoro dipendente riferibili ad anni precedenti, percepiti per effetto di leggi, di contratti collettivi, di sentenze o di atti amministrativi sopravvenuti o per altre cause non dipendenti dalla volontà delle parti (Agenzia delle entrate – risoluzione n. 377 del 2008);

- indennità e somme percepite in dipendenza dell’interruzione dei rapporti di collaborazione coordinata e continuativa;

- indennità di mobilità e trattamento di integrazione salariale corrisposti anticipatamente.

Una somma corrisposta a titolo di "integrazione tfr e incentivo all'esodo", a fronte di un verbale di conciliazione tra il datore di lavoro ed il dipendente, è assoggettata a tassazione separata ma …
… secondo la circolare del ministero delle finanze n. 326 del 1997, affinché sussista ESODO occorre che l'offerta del datore di lavoro sia preventivamente rivolta alla generalità dei dipendenti ovvero a categorie di essi.

E' possibile assoggettare tali somme a tassazione separata, purché l'esodo sia giuridicamente effettivo, ai sensi della suddetta circolare del MEF.

A disposizione per chiarimenti.

Cordiali saluti.

Paga la tua consulenza

Inserisci il Costo

Easy Joomla Paypal Payment / Donations Module

Cerca Consulenza legale