Questo sito utilizza i cookies per gestire la navigazione ed altre funzioni

L'utilizzo di questo sito costituisce accettazione implicita all'uso dei cookies sul vostro dispositivo. Per saperne di piu'

Approvo

Informativa in adempimento degli obblighi previsti dall'Art. 10 della Direttiva n. 95/46/CE, nonchè a quanto previsto dalla Direttiva 2002/58/CE, come aggiornata dalla Direttiva 2009/136/CE, in materia di Cookie.

Questo sito utilizza i cookie per gestire autenticazione, navigazione, ed altre funzioni. L'utilizzo di questo sito costituisce accettazione implicita all'uso dei cookies sul vostro dispositivo.

Diritto privato - Servitù di passaggio quote in proporzione dei rispettivi vantaggi





BUONGIORNO
SONO PROPRIETARIA DI UNA CASA CON ATTINENTE UNA STRADINA DOVE CIRCA 6 - 7 FAMIGLIE HANNNO LA SERVITU' DI PASSAGGIO. SU QUESTA STRADINA SI SONO FORMATE DELLE ENORMI BUCHE, E IN UN TRATTO UN BUCO DOVE AL DI SOTTO E' STATA INTERRATA UNA CISTERNA CIRCA 20 ANNI FA (DI CUI IO NON NE SAPEVO NEANCHE L'ESISTENZA)
ADESSO LORO MI CHIEDONO DI ASFALTARE TUTTA LA STRADA PERCHE' E' IMPRATICABILE E IN PIU' DI RIEMPIRE QUESTA CISTERNA PERCHE' SECONDO LORO IN QUEL PUNTO IL TERRENO STA CEDENDO.
TENGO A PRECISARE CHE IO SU QUELLA STRADA NON CI PASSO MAI E NON NE FACCIO USO.
COME MI DEVO COMPORTARE?



RISPOSTA



Ti devi comportare in conformità a quanto previsto dalla legge, ossia dall'articolo 1069, ultimo comma, del codice civile.


Art. 1069 del codice civile. Opere sul fondo servente.


Il proprietario del fondo dominante, nel fare le opere necessarie per conservare la servitù, deve scegliere il tempo e il modo che siano per recare minore incomodo al proprietario del fondo servente.
Egli deve fare le opere a sue spese, salvo che sia diversamente stabilito dal titolo o dalla legge.
Se però le opere giovano anche al fondo servente, le spese sono sostenute in proporzione dei rispettivi vantaggi.

Se è vero che tu sei proprietaria di un strada assoggettata a servitù di passaggio e che sei tenuta a conservare tale servitù a tue spese, è anche vero che tutte le opere che giovano anche ai titolari della servitù, devono essere sostenute in proporzione dei rispettivi vantaggi.

Tanto premesso, mi auguro che si possa trovare un accordo tra le parti, senza dover ricorrere al giudice di pace.

A mio parere, sarebbe equo e proporzionale, se le spese per la manutenzione della servitù fossero suddivise in parti uguali, tra il proprietario della strada ed i beneficiari/titolari della servitù.

Siamo a disposizione per ulteriori chiarimenti.

Cordiali saluti.

Paga la tua consulenza

Inserisci il Costo

Easy Joomla Paypal Payment / Donations Module

Cerca Consulenza legale