Questo sito utilizza i cookies per gestire la navigazione ed altre funzioni

L'utilizzo di questo sito costituisce accettazione implicita all'uso dei cookies sul vostro dispositivo. Per saperne di piu'

Approvo

Informativa in adempimento degli obblighi previsti dall'Art. 10 della Direttiva n. 95/46/CE, nonchè a quanto previsto dalla Direttiva 2002/58/CE, come aggiornata dalla Direttiva 2009/136/CE, in materia di Cookie.

Questo sito utilizza i cookie per gestire autenticazione, navigazione, ed altre funzioni. L'utilizzo di questo sito costituisce accettazione implicita all'uso dei cookies sul vostro dispositivo.

Diritto penale - Struttura psichiatrica sottoposta a sequestro preventivo. Gli anziani erano sedati eccessivamente





Buonasera.
Mia madre, di cui ne sono la tutrice, è ricoverata in una struttura psichiatrica da oltre 25 anni. Il 18 dicembre 2011 tale struttrua è stata oggetto di un ordine di sgombero di immobile sottoposto a sequestro preventivo (art 104, 93D.Lv. 271/89). Da adesso tutti i pazienti ricoverati devono essere trasferiti in varie strutture adeguate alle loro esigenze. I trasferimenti da parte dell'ASL di XXXXX sono già iniziati ma non ancora per mia madre. mettendomi in contatto con i familiari dei pazienti già trasferiti nelle nuove strutture vengo a sapere che gli ospiti vengono sedati eccessivamente. Nella prossima settimana avverrà il trasferimento della mia povera madre.
il motivo principale per cui le scrivo è quello di sapere se è giusto che mia madre sia sedata e voglio sapere se c'è qualche legge che mi permette di intervenire su quanto accade.
Ho urgenza di una Sua risposta in quanto il trasferimento è davvero imminente e per poter intervenire prima che accada qualcosa che possa fare del male a mia madre.



RISPOSTA



Sedare un anziano ricoverato presso una struttura sanitaria, configura il reato di violenza privata, previsto dall'articolo 610 del codice penale.

Art. 610 del codice penale. Violenza privata

Chiunque, con violenza o minaccia, costringe altri a fare, tollerare, od omettere qualche cosa è punito con la reclusione fino a quattro anni.

La condotta dei medici e degli infermieri in questione, viola inoltre i rispettivi codici deontologici.

- Codice Deontologico dell’infermiere in Profilo Professionale dell’infermiere (D. M. Sanità N° 739/94):

“Premessa ai rapporti con la persona assistita”, l’ infermiere è una persona i grado di rispettare, riconoscere, aiutare, promuovere e agire nel rispetto della persona e della comunità”.

Art. 1, l’infermiere “è operatore sanitario che…è responsabile dell’assistenza e che è sua responsabilità “curare e prendersi cura della persona nel rispetto della vita, della salute, della libertà e della dignità dell’individuo”.

Art. 4.10, l’infermiere “si adopera affinché il ricorso alla contenzione fisica e farmacologia sia evento straordinario e motivato, e non metodica abituale assistenza. Considera la contenzione una scelta condivisibile quando vi si configuri l’interesse della persona e inaccettabile quando sia una implicita risposta alla necessità istituzionali”.

Codice deontologico del medico

L'art 32, afferma “il medico non deve intraprendere attività diagnostica o terapeutica senza il consenso del paziente validamente informato..”.
L'art. 5, “Doveri Generali del medico”, prevede che “ il medico deve attenersi alle conoscenze scientifiche... assumendo come principio il rispetto della vita, della salute psichica e fisica, della libertà e della dignità della persona…
L'art. 49 “Trattamento medico e libertà personale” dice che “il medico. .in caso di T.S.S.O non deve porre in essere o autorizzare misure coattive salvo in caso di necessità”. Da quanto analizzato la contenzione fisica dovrebbe essere “un atto ECCEZIONALE, da sottoporre a prescrizione medica e giustificare”.

Consiglio pertanto di presentare un esposto alla polizia giudiziaria (carabinieri, polizia di Stato, Procura della Repubblica), laddove si riscontrasse la necessità di far intervenire gli organi ispettivi competenti.

Siamo a disposizione per ulteriori chiarimenti.

Cordiali saluti.

Paga la tua consulenza

Inserisci il Costo

Easy Joomla Paypal Payment / Donations Module

Cerca Consulenza legale