Questo sito utilizza i cookies per gestire la navigazione ed altre funzioni

L'utilizzo di questo sito costituisce accettazione implicita all'uso dei cookies sul vostro dispositivo. Per saperne di piu'

Approvo

Informativa in adempimento degli obblighi previsti dall'Art. 10 della Direttiva n. 95/46/CE, nonchè a quanto previsto dalla Direttiva 2002/58/CE, come aggiornata dalla Direttiva 2009/136/CE, in materia di Cookie.

Questo sito utilizza i cookie per gestire autenticazione, navigazione, ed altre funzioni. L'utilizzo di questo sito costituisce accettazione implicita all'uso dei cookies sul vostro dispositivo.

Produrre liquido per sigaretta elettronica. Certificazione laboratorio accreditato





Vorrei avere delle informazioni per avviare una attivita' di produzione di liquidi per sigarette elettroniche sia naturali (senza nicotica) sia con nicotina. In particolare permessi,autorizzazioni,certificazioni e normativa relativa alle etichette. Grazie.



RISPOSTA



Innanzitutto occorre aprire una partita IVA; per farlo devi recarti presso la Camera di Commercio CCIAA più vicina alla tua residenza. Ovviamente si tratta degli stessi adempimenti fiscali che sarebbero stati posti in essere, se avessi deciso di produrre pane o formaggio …
Occorre indicare una sede legale, una sede operativa, occorre vidimare le scritture contabili (libro giornale, registri IVA a seconda del regime fiscale scelto … ).
Ovviamente per questi adempimenti di carattere fiscale, è fortemente consigliata l'assistenza di un commercialista che ti seguirà nel predisporre i libri e le scritture contabili, per la successiva vidimazione.

Passiamo al momento della produzione del liquido. Occorrono precise competenze chimiche ed una certificazione di un laboratorio accreditato, da parte del Ministeri competenti (della salute e dello sviluppo economico).
Al laboratorio accreditato, saranno inviati campioni del liquido, per ottenere una certificazione di conformità alla normativa europea ed italiana.
Tutti i tuoi prodotti devono rispettare le normative vigenti in materia di certificazioni e analisi di laboratorio. Riporto in seguito le normative da rispettare.

ñ 2006/95/CE (direttive sulla bassa tensione):
Norme europee standard EN60950-1;
ñ 2004/108/EC (compatibilità elettromagnetica):
EN61000-6-2; EN61000-6-4 Limiti di emissione ed immunità per dispositivi industriali elettronici;
ñ 1907/2006 del 18 dicembre 2006 (REACH):
Liquido Conforme ai Regolamenti CE
ñ 1272/2008 del 16 dicembre 2008 (CLP):
Liquido Conforme ai Regolamenti CE

I valori limite o di riferimento dei vari componenti del liquido delle sigarette elettroniche invece, sono indicati da:

- Decreto ministeriale 22 LUGLIO 1998 N. 338,
- REG. CE 1935/04,
- REG. CE 1895/05,
- REG. CE 2023/06,
- REG. CE 94/62,
- EN 13427, EN 21897
, - DIRETTIVA 2002/72/CE,
- E 2005/79/CE,
- D.M. 21/03/73.
- Regolamento (UE) n° 10/2011

Si tratta di una normativa che coloro che non hanno competenze chimiche, fanno fatica a comprendere. Per questo motivo, da un punto di vista della composizione chimica del prodotto, occorre rivolgersi obbligatoriamente ad un laboratorio accreditato, sia per una consulenza preventiva sul dosaggio dei vari componenti, sia per ottenere la certificazione, in considerazione dell'analisi dei campioni.
Infine sulle confezioni dei prodotti occorre indicare, in lingua italiana

1) i “consigli di prudenza” obbligatori e le “frasi di rischio” necessarie

a)utilizzare i guanti quando si ricarica la sigaretta elettronica
b)la nicotina presente nel liquido è potenzialmente dannosa per la salute
c)tenere fuori dalla portata dei bambini
d)non esporre alla luce del sole, tenere lontano da fonti di calore
e)non ingerire

2)Occorre riportare sulla confezione i pittogrammi del pericolo.
3)Occorre l’indicazione di prodotto tossico anche in percentuale, la composizione chimica del liquido, l'eventuale presenza di nicotina,
4)Occorre il tappo di sicurezza per i bambini, e per finire l’indicazione del numero di telefono del produttore.
5)Ma soprattutto, lo ribadisco, occorre far analizzare, c/o un laboratorio accreditato,
i campioni del prodotto che indendi vendere, per poi esporre nel tuo negozio o sul tuo sito web, la certificazione ottenuta; tutto questo prima di iniziare l'immissione in commercio del prodotto.
Siamo a disposizione per tutti i chiarimenti del caso.

Cordiali saluti.

Paga la tua consulenza

Inserisci il Costo

Easy Joomla Paypal Payment / Donations Module

Cerca Consulenza legale