Risarcimento danni - Risarcimento del danno da perdita di chance



Mauro da Siena:



Buongiorno, vi spiego velocemente il problema, nel luglio 2009 ho comperato (tramite leasing) un furgone con massa complessiva di 3,5 tonnellate (come da licenza albo) con una portata di 600 kg, circa tre giorni fa sono stato fermato dalla stradale mi hanno pesato e sono risultato 3580 kg ovvero 80 kg fuori peso nessun problema con loro ma il problema vero è che ero vuoto. Vi chiedo, visto che non posso caricare nemmeno 1 kg, come mi devo comportare con la concessionaria e posso richiedere i danni per il rischio corso fino ad ora e soprattutto per il fatto che praticamente perdo un lavoro da € 12.200,00+ iva al mese.

Ringrazio anticipatamente per la risposta



RISPOSTA



Hai diritto al risarcimento del danno subito, a seguito di perdita di chance. Il comportamento colposo del venditore del furgone infatti, ti ha fatto perdere un'importante occasione di guadagno (12.000,00 euro oltre agli interessi).

La recente giurisprudenza civile, relativamente al danno ingiusto, di cui all'articolo 2043 del codice civile, definisce la chance non già come aspettativa legittima tutelata soltanto di riflesso dall’ordinamento quale lesione di diritti soggettivi, bensì quale autonoma situazione soggettiva/sostanziale, risarcibile ogni volta che il dovere di correttezza e buona fede nelle obbligazioni, previsto dall'articolo 1175 del codice civile, relativamente alle trattive contrattuali (art. 1337 del codice civile) ovvero l’ordinaria diligenza richiesta nell’adempimento delle obbligazioni, ai sensi dell'art. 1176 c.c., non sia rispettato da una delle parti contrattuali (nel tuo caso il venditore del furgone).

Dal comportamento scorretto del venditore del furgone, deriva un danno ingiusto, ai sensi dell'articolo 2043 c.c., tutelabile direttamente dall’ordinamento in quanto espressione di un interesse protetto dallo stesso ordinamento; per quanto riguarda la sua liquidazione, si assume come parametro di riferimento l’utile economico realizzabile, diminuito di un coefficiente di riduzione che dipenda dal grado di probabilità di conseguirlo e qualora non sia possibile determinare il danno nel suo preciso ammontare, a norma degli articoli 1226 e 2056 del codice civile, potrà essere liquidato dal giudice equitativamente, ricorrendo a presunzioni ad elementi indiziari ed al calcolo di probabilità.

Nel tuo caso, essendo, la probabiltà di concludere l'affare, vicina al 100%, la liquidazione del danno a tuo favore, sarà pari ad euro 12.000,00 oltre ad interessi e rimborso delle spese legali di causa.

La chance, relativamente alla tua fattispecie, si qualifica quindi, come "lucro cessante", come "perdita di un utile in senso economico" risarcibile autonomamente da parte del venditore scorretto nelle trattative contrattuali ed inadempiente alle successive obbligazioni.

Ti consiglio pertanto, di agire in giudizio (è necessaria l'assistenza di un avvocato), al fine di chiedere la liquidazione del risarcimento dovuto.

Cordiali saluti.

Paga la tua consulenza

Inserisci il Costo

Easy Joomla Paypal Payment / Donations Module

Cerca Consulenza legale