Questo sito utilizza i cookies per gestire la navigazione ed altre funzioni

L'utilizzo di questo sito costituisce accettazione implicita all'uso dei cookies sul vostro dispositivo. Per saperne di piu'

Approvo

Informativa in adempimento degli obblighi previsti dall'Art. 10 della Direttiva n. 95/46/CE, nonchè a quanto previsto dalla Direttiva 2002/58/CE, come aggiornata dalla Direttiva 2009/136/CE, in materia di Cookie.

Questo sito utilizza i cookie per gestire autenticazione, navigazione, ed altre funzioni. L'utilizzo di questo sito costituisce accettazione implicita all'uso dei cookies sul vostro dispositivo.

Il verbale di separazione consensuale dei coniugi è titolo esecutivo per il rimborso delle spese straordinarie di carattere medico e scolastico





Sono divorziata dal 2007 con due figli uno di 17 anni e l'altra di 14 con affido condiviso. La sentenza prevede un contributo al mantenimento a carico del padre di euro 1000 mensili oltre rivalutazione ISTAT e il 50% delle spese mediche non coperte da SSN, previamente documentate. Ho diritto alla partecipazione al 50% delle spese straordinarie come sport, università e viaggi di istruzione, ovviamente concordate preventivamente?
Faccio presente che esse sono state sinora corrisposte sulla base di un accordo verbale all'indomani del divorzio che annullava gli alimenti al coniuge,nonostante la precarietà  e che non ho appellato per evitare la già esasperata conflittualità esistente. Oggi, dopo anni di corresponsione delle spese straordinarie alla luce dell'adeguamento ISTAT dovuto (circa 80 euro) corrisposti solo da questo mese sono stati negati sia la quota di iscrizione all'università sia la retta per la scuola di canto di mia figlia. Cosa fare?
Anche eventualmente in merito agli arretrati ISTAT. Resto in attesa di riscontro e saluto cordialmente



RISPOSTA



E' piuttosto problematica la questione relativa all'individuazione del titolo esecutivo che può abilitare all'attivazione di un procedimento di esecuzione forzata, nei confronti del coniuge-genitore, in caso di inadempimento di obbligazioni pecuniarie, traenti origine da un verbale di separazione/divorzio consensuale, seguito dal relativo decreto di omologazione del tribunale.

In caso di separazione o di divorzio, è normale un provvedimento del giudice con cui viene posto a carico del coniuge non affidatario dei figli, il rimborso, all’altro coniuge, del 50% delle spese mediche non coperte dal servizio sanitario nazionale, delle spese scolastiche e delle spese straordinarie. Nel caso in cui queste somme non vengano corrisposte spontaneamente, le stesse sono immediatamente “precettabili”, in virtù del provvedimento che le pone a carico nella misura del 50% ??? E' quindi possibile procedere immediatamente con il pignoramento dei beni e del quinto dello stipendio del coniuge-genitore inadempiente ? Ovvero è necessario instaurare in via preliminare, un processo civile ordinario, per quantificare previamente l'importo dovuto dal coniuge obbligato al rimborso ???

E' sufficiente, per procedere con il pignoramento dei beni e dello stipendio del padre, una generica condanna a rimborsare una quota (50%) di una somma incerta ??? Ovvero manca nella fattispecie in questione, la certezza e l’esigibilità della somma, ed occorre quindi un giudizio ordinario di accertamento volto a determinare nel contraddittorio delle parti le somme dovute ???

La Terza Sezione della Cassazione Civile, nella sentenza 11316 del 23/05/11, afferma l’autosufficienza del generico provvedimento di rimborso al 50%, soltanto per le spese mediche e scolastiche, quindi non genericamente per tutte le spese straordinarie.

Tanto premesso, per quanto riguarda il rimborso delle spese mediche ed universitarie, secondo la Cassazione, puoi direttamente procedere con il pignoramento dei beni di tuo marito, oltre che del quinto del suo stipendio.

Per la retta della scuola di ballo invece, occorre intraprendere un ordinario processo civile, per quantificare con sentenza, l'importo dovuto da tuo marito. In seguito alla sentenza di condanna di tuo marito, procederai anche in questo caso con il pignoramento.

Il procedimento è sicuramente più lungo …

In ogni caso è necessaria l'assistenza del tuo avvocato di fiducia.

Siamo a disposizione per ulteriori chiarimenti.

Cordiali saluti.

Paga la tua consulenza

Inserisci il Costo

Easy Joomla Paypal Payment / Donations Module

Cerca Consulenza legale