Questo sito utilizza i cookies per gestire la navigazione ed altre funzioni

L'utilizzo di questo sito costituisce accettazione implicita all'uso dei cookies sul vostro dispositivo. Per saperne di piu'

Approvo

Informativa in adempimento degli obblighi previsti dall'Art. 10 della Direttiva n. 95/46/CE, nonchè a quanto previsto dalla Direttiva 2002/58/CE, come aggiornata dalla Direttiva 2009/136/CE, in materia di Cookie.

Questo sito utilizza i cookie per gestire autenticazione, navigazione, ed altre funzioni. L'utilizzo di questo sito costituisce accettazione implicita all'uso dei cookies sul vostro dispositivo.

Seconda rata IMU pagamento in ritardo con ravvedimento operoso entro il 18 giugno 2013





Gentile avvocato, vorrei sapere qual è il termine per il pagamento della seconda rata dell’IMU (terza rata per chi si è avvalso dell’opzione).


Inoltre, vorrei sapere, laddove pagassi in ritardo l’imposta dovuta al mio comune, quali sarebbero le conseguenza negative sul mio patrimonio e sulla mia situazione finanziaria (pignoramenti, sequestri etc etc).

Grazie e resto in attesa di una sua gradita risposta.



RISPOSTA



La seconda rata dell’IMU deve essere corrisposta, con modello F24, entro il prossimo 17 dicembre.
Nonostante le diffuse difficoltà economiche di molti contribuenti, la possibilità richiesta dai comuni, di concedere una proroga al 31 dicembre, non è stata accolta dal legislatore nazionale.
I Comuni hanno avuto tempo fino al 31 ottobre, per deliberare le aliquote definitive sulle quali ricalcolare l'imposta (l'iniziale acconto è stato infatti pagato sulle aliquote base, ossia il 4 per mille per l’abitazione prima casa ed il 7,6 per mille per gli altri fabbricati); i comuni hanno altri 30 giorni di tempo per pubblicare la delibera (sostanzialmente entro il mese di novembre). 

Il contribuente che non dovesse avere la possibilità finanziaria di pagare la seconda rata dell’IMU, potrebbe avvalersi del ravvedimento operoso, ossia della possibilità di pagare in ritardo l’imposta, versando un importo maggiorato.
Avvalendosi del ravvedimento operoso, il contribuente avrebbe di tempo fino al 18 giugno 2013 per pagare la seconda rata dell'Imu, con scadenza 17 dicembre. "Il ravvedimento operoso infatti consente il ripristino della legalità violata in ambito amministrativo tributario, a seguito ad esempio del mancato pagamento di una scadenza.

Il vero problema semmai resta quello delle rendite catastali, che potrebbero cambiare nei prossimi giorni. L’aumento delle imposte catastali incrementerebbe logicamente l'importo totale dell'imposta IMU, con aumenti previsti che potrebbero toccare anche il 400%, in alcune città. La vera stangata, quindi, arriverà a dicembre, termine entro cui saranno stabilite anche le aliquote.
Si calcola che mediamente per una prima casa, agli acconti di giugno e settembre, si dovranno aggiungere altri 58 euro, con punte di 331 euro a Roma, 143 euro a Milano, 136 euro a Bologna, 194 euro a Rimini, 107 euro a Padova e Verona.

Siamo a disposizione per ulteriori chiarimenti.

Cordiali saluti.

Paga la tua consulenza

Inserisci il Costo

Easy Joomla Paypal Payment / Donations Module

Cerca Consulenza legale