Questo sito utilizza i cookies per gestire la navigazione ed altre funzioni

L'utilizzo di questo sito costituisce accettazione implicita all'uso dei cookies sul vostro dispositivo. Per saperne di piu'

Approvo

Informativa in adempimento degli obblighi previsti dall'Art. 10 della Direttiva n. 95/46/CE, nonchè a quanto previsto dalla Direttiva 2002/58/CE, come aggiornata dalla Direttiva 2009/136/CE, in materia di Cookie.

Questo sito utilizza i cookie per gestire autenticazione, navigazione, ed altre funzioni. L'utilizzo di questo sito costituisce accettazione implicita all'uso dei cookies sul vostro dispositivo.

Sigarette elettronica: acquisto dall'estero





Gentile avvocato, sono un fumatore pentito che ha deciso di affidarsi alle sigarette elettroniche.

Ho notato, su Internet, la possibilità di acquistare dall'estero (dai paesi dell'Unione Europea) delle confezioni di liquido di ricarica prive di nicotina, contenenti gli aromi che più mi piacciono.
Leggevo su Internet che si configura un reato o comunque un illecito, acquistare sul web, dall'estero, le ricariche delle sigarette elettriche contenenti nicotina, senza alcuna etichettatura specifica prevista dalla legge.
Ma in questo caso … non penso di commettere un reato !!!
Ricordo di avere letto che le materie prime e gli ingredienti utilizzati per le confezioni di liquido di ricarica delle sigarette elettroniche, devono essere consentiti dalla Comunità Europea e che i prodotti devono essere certificati da analisi tossicologiche e chimiche, effettuate da specialisti del settore, secondo la normativa UNI EN ISO 10993-5.

Nel mio caso, le confezioni di liquido di ricarica delle sigarette elettroniche acquistate all'estero, sarebbero conformi alla normativa europea e prive di nicotina.

Resto in attesa di un suo riscontro.

Cordialità.



RISPOSTA



Confermo le legittimità del tuo acquisto. Sei bene informato in materia.

In Italia la vendita della sigaretta elettrica è di per sé libera. Stesso discorso per le ricariche.


Questi prodotti sono già venduti nelle Farmacie, Parafarmacie, oltre che su Internet.

I prodotti venduti in Farmacie e Parafarmacie contengono, in genere, confezioni di liquido di ricarica già precaricate di aromi, ma prive di nicotina.
Le confezioni di liquido di ricarica delle sigarette elettriche che invece contengono nicotina, sono assoggettate per legge all'Autorizzazione del Ministero della Sanità. Tali confezioni di liquido di ricarica se non vengono prodotte in Italia, sono importate dall'estero; in questo ultimo caso, prima della commercializzazione sul nostro territorio, sono previamente supervisionate da un laboratorio indipendente e sotto la responsabilità del soggetto importatore.

Su Internet vengono vendute sigarette elettroniche di vario tipo e confezioni di liquido di ricarica con aromi che più si aggradano.

La normativa italiana si esprime molto chiaramente riguardo l'etichettatura di questi prodotti, classificandoli come preparati pericolosi, esclusivamente se contengono nicotina,e costringendo i vari distributori ad apporre differenti etichettature di pericolosità, a secondo del grado di questa sostanza nel contenuto complessivo della cartuccia.
Le confezioni di liquido di ricarica con nicotina devono essere autorizzate dal Ministero della Sanità, in caso di vendita al pubblico, proprio come i cerotti e le caramelle attualmente vendute in farmacia.
All'estero, al contrario che nel nostro paese, questi prodotti sono venduti liberamente, in assenza di controlli da parte delle autorità sanitarie centrali.

Siamo a disposizione per ulteriori chiarimenti.

Cordiali saluti.

Paga la tua consulenza

Inserisci il Costo

Easy Joomla Paypal Payment / Donations Module

Cerca Consulenza legale