Questo sito utilizza i cookies per gestire la navigazione ed altre funzioni

L'utilizzo di questo sito costituisce accettazione implicita all'uso dei cookies sul vostro dispositivo. Per saperne di piu'

Approvo

Informativa in adempimento degli obblighi previsti dall'Art. 10 della Direttiva n. 95/46/CE, nonchè a quanto previsto dalla Direttiva 2002/58/CE, come aggiornata dalla Direttiva 2009/136/CE, in materia di Cookie.

Questo sito utilizza i cookie per gestire autenticazione, navigazione, ed altre funzioni. L'utilizzo di questo sito costituisce accettazione implicita all'uso dei cookies sul vostro dispositivo.

Separazione consensuale dal coniuge per evitare il pignoramento di Equitalia





Ho diversi piccoli debiti con due finanziarie e banca; con Equitalia ho in corso alcune rateizzazioni e in arrivo due cartelle più pesanti.Il quesito è il seguente: Poichè non ho nulla di intestato ma percepisco una pensione su cui grava già una cessione del quinto, per chiudere ogni pendenza ho pensato alla seguente soluzione:

- mi separo consensualmente da mia moglie (solo fittiziamente), le attribuisco un assegno alimentare e di mantenimento della figlia che è a suo carico, di importo tale che a me rimanga di pensione solo l'importo pari al minimo vitale (credo circa 600 EUR). Fatto questo sospendo ogni pagamento dei debiti comprese le rateizzazioni di Equitalia. Chiedo: Finanziarie, Banca ed Equitalia cosa possono farmi?



RISPOSTA



Nulla, non possono farti nulla !!!
Attenzione, il reddito minimo vitale è pari a 500 euro e non a 600 euro. Per il resto, la tua strategia è perfetta e la sottoscrivo in pieno.
La separazione da tua moglie sarà consensuale in un unica udienza, in modo da contenere i costi processuali. Vi rivolgerete al medesimo avvocato, trattandosi di separazione consensuale.

Attenzione al pignoramento del conto corrente bancario; devi fare attenzione ad azzerare in continuazione il tuo conto corrente bancario tutte le volte che ti effettueranno un bonifico, prelevando appunto tali somme in contanti.

La pensione una volta accreditata sul conto corrente (tale accredito è obbligatorio in caso di pensione superiore a 1000 euro netti mensili), si confonde con le altre somme di denaro e può essere di fatto pignorata a seguito del pignoramento del conto corrente bancario; ecco perché svuotare in continuazione il tuo conto corrente !!!



Vi sembra una soluzione praticabile e utile? In alternativa avete una soluzione migliore da suggerirmi?



RISPOSTA



Si tratta dell'unica soluzione praticabile, con gli accorgimenti di cui alla precedente risposta.

A disposizione per chiarimenti.

Cordiali saluti.

Paga la tua consulenza

Inserisci il Costo

Easy Joomla Paypal Payment / Donations Module

Cerca Consulenza legale