Questo sito utilizza i cookies per gestire la navigazione ed altre funzioni

L'utilizzo di questo sito costituisce accettazione implicita all'uso dei cookies sul vostro dispositivo. Per saperne di piu'

Approvo

Informativa in adempimento degli obblighi previsti dall'Art. 10 della Direttiva n. 95/46/CE, nonchè a quanto previsto dalla Direttiva 2002/58/CE, come aggiornata dalla Direttiva 2009/136/CE, in materia di Cookie.

Questo sito utilizza i cookie per gestire autenticazione, navigazione, ed altre funzioni. L'utilizzo di questo sito costituisce accettazione implicita all'uso dei cookies sul vostro dispositivo.

Contratti - Garanzia del venditore per i vizi del bene oggetto della vendita



Daniela da Verona:



buongiorno a tutti, Vi scrivo per richiedere una info legale, vi spiego:

ho una piccola attività di camicie su misura ,c'è una legge che regolamenta il tempo di garanzia che devo al cliente?

Alcuni clienti (rari) mi contestano dopo l'utilizzo del capo per svariati mesi (quattro o cinque mesi) che il capo risulta macchiato e di averlo notato dopo il primo lavaggio... e per mancanza di tempo me lo riportano o riferiscono dopo svariate settimane .
Quando obbietto e dico loro che non so come abbiano trattato il capo mi sento rispondere che ci si vedrà in tribunale .
E' giusto il comportamento di queste persone? al loro dire io dovrei garantire loro una durata di 2 anni "perchè così dice la legge", premmetto che nel mio lavoro sono molto oculata e che i miei capi passano ben 3 controlli.
resto in attesa di un Vs riscontro, cordiali saluti
Daniela



RISPOSTA



Non esiste una normativa speciale in materia di abbigliamento, circa la garanzia a cui è tenuto il venditore; si applica la disciplina generale prevista dal codice civile.
Ai sensi dell'articolo 1476, I comma, numero 3, del codice civile, il venditore deve garantire il compratore dai vizi della cosa, oggetto della vendita.
Ai sensi dell'articolo 1490 del codice civile, "il venditore è tenuto a garantire che la cosa venduta sia immune da vizi che la rendano inidonea all'uso a cui è destinata o ne diminuiscano in modo apprezzabile il valore".
Ai sensi dell'articolo 1495, I comma, del codice civile, il compratore deve denunciare il vizio entro 8 giorni dalla scoperta, a pena di decadenza (trattandosi di una camicia, il termine decorre dal momento dell'acquisto e della consegna del bene; non riesco ad immaginare la presenza di vizi nascosti, in una camicia. La presenza di una macchia non si può notare dopo 4 mesi, quale giudice crederebbe ad una simile idiozia!!!).
Dopo avere denunciato il vizio al venditore (entro 8 giorni dalla scoperta, non dopo svariati mesi), il compratore deve ricorrere, in ogni caso, all'autorità giudiziaria, entro un anno dalla consegna della camicia, ai sensi dell'articolo 1495, III comma.

Paga la tua consulenza

Inserisci il Costo

Easy Joomla Paypal Payment / Donations Module

Cerca Consulenza legale