Questo sito utilizza i cookies per gestire la navigazione ed altre funzioni

L'utilizzo di questo sito costituisce accettazione implicita all'uso dei cookies sul vostro dispositivo. Per saperne di piu'

Approvo

Informativa in adempimento degli obblighi previsti dall'Art. 10 della Direttiva n. 95/46/CE, nonchè a quanto previsto dalla Direttiva 2002/58/CE, come aggiornata dalla Direttiva 2009/136/CE, in materia di Cookie.

Questo sito utilizza i cookie per gestire autenticazione, navigazione, ed altre funzioni. L'utilizzo di questo sito costituisce accettazione implicita all'uso dei cookies sul vostro dispositivo.

Diritto privato - Usucapione dell'area di proprietà del Comune, da parte del cittadino proprietario del terreno limitrofo



Mario da Frosinone:



Salve, volevo porle una domanda: tra la mia casa e la strada comunale c è un pezzo di terreno di circa 255 m2 che costituisce l'accesso alla mia casa e che ho deciso di recintare e chiudere con un cancello per motivi di sicurezza.Avendo fatto delle verifiche però mi sono accorto che il terreno è di proprietà comunale mi sono così recato al comune del mio paese per sapere come procedere per la sdemanializzazione e il tecnico comunale mi ha anticipato che la stima di vendita era di circa 250 euro a m2. Premetto che tale appezzamento di terra è stato sempre accudito e ripulito dai miei nonni prima dai miei genitori dopo e ora da me credendo sempre che fossimo proprietari dell'appezzamento anche perchè mai nessuno ci aveva fatto capire in alcun modo il contrario.Le mie domande sono: per tale motivo posso avvalermi del diritto di uso capione? E poi la cifra chiestami è equa tenuto conto che il terreno è anche edificabile? E se dopo una valutazione precisa la cifra restasse sempre elevata potrei chiudere ugualmente appellandomi al diritto alla sicurezza visto che abito in campagna in una zona isolata ?In attesa di una risposta porgo distinti saluti.



RISPOSTA



L'usucapione è una particolare modalità di acquisto del diritto di proprietà, a titolo originario.
Ritengo, ai sensi dell'articolo 1158 del codice civile, che hai ormai usucapito la proprietà dell'area di pertinenza comunale, in quanto, per venti anni, continuativi e non interrotti, ti sei preso cura dell'appezzamento di terreno, assumendo un comportamento, in relazione allo stesso, da proprietario (si tratta dell'usucapione ordinaria).
Ai sensi dell'articolo 1146, II comma, del codice civile, puoi unire gli anni di possesso dell'appezzamento, da parte del tuo dante causa (nonno, genitore), al periodo del tuo possesso, ai fini dell'usucapione del bene.
Poichè sei proprietario del bene, puoi provvedere, ai sensi dell'articolo 841 del codice civile, alla chiusura del fondo con un recinto e un cancello.
Se il Comune dovesse sollevare infondate eccezioni, in merito all'avvenuta usucapione del terreno, sarai costretto a rivolgerti ad un avvocato, per citare in giudizio l'ente pubblico, al fine di far dichiarare, a tuo favore, con sentenza, la definitiva acquisizione della proprietà del bene immobile.
Per conoscere il valore di mercato di un bene immobile (abitazione, fondo rustico, terreno edificabile ...) devi collegarti, via internet, con la banca dati dell'Agenzia del territorio. Cordiali saluti.

Paga la tua consulenza

Inserisci il Costo

Easy Joomla Paypal Payment / Donations Module

Cerca Consulenza legale