Questo sito utilizza i cookies per gestire la navigazione ed altre funzioni

L'utilizzo di questo sito costituisce accettazione implicita all'uso dei cookies sul vostro dispositivo. Per saperne di piu'

Approvo

Informativa in adempimento degli obblighi previsti dall'Art. 10 della Direttiva n. 95/46/CE, nonchè a quanto previsto dalla Direttiva 2002/58/CE, come aggiornata dalla Direttiva 2009/136/CE, in materia di Cookie.

Questo sito utilizza i cookie per gestire autenticazione, navigazione, ed altre funzioni. L'utilizzo di questo sito costituisce accettazione implicita all'uso dei cookies sul vostro dispositivo.

Fisco e tributi - Emissione del ruolo e della cartella esattoriale da parte di Equitalia, impignorabilità di stipendio o indennità lavorativa



Domenico da Reggio Calabria:



La presente per chiedere un parere legale relativo all'argomento sotto esposto.
PREMESSO
-che il sottoscritto esercita attività lavorativa in qualità di dipendente pubblico: ISTRUTTORE TECNICO B3 (VI LIVELLO) MINISTERO ...... , GENIO CIVILE ................, sede di R...........;
-che il Dirigente di questo Ufficio, ha stipulato nell'anno 2004, apposita convenzione con l'AUTORITA' PORTUALE DI G. per la PROGETTAZIONE, ASSISTENZA TECNICA E DIREZIONE LAVORI, relativa ad alcuni interventi strutturali all'interno dell'area portuale di G.;
-che a seguito di tale convenzione il sottoscritto è stato comandato dal proprio dirigente ad espletare l'attività lavorativa, all'interno dell'area portuale di G.....,in qualità di Istruttore Tecnico, nella assistenza dei lavori di cui alla convenzioni;
-che per tale espletamento di mansioni, il sottoscritto, ha presentato al proprio ufficio, a cadenza mensile, NOTA DELLE INDENNITA' E DELLE SPESE (da corrispondere giusto leggi:18/12/1973 N° 836 e successive modifiche ed integrazioni);
-che per ben 5 anni, l'ufficio non ha provveduto ad effettuare alcun pagamento delle succitate missioni, motivando il ritardo a causa del mancato pagamento delle somme di cui alla convenzione, da parte dell'Autorità Portuale;
-che finalmente dopo lunghi 5 anni, l'Autorità Portuale di Gioia Tauro, decide di pagare complessivamente, con unico mandato, e non con singoli mandati mensili, queste Missioni per un importo complessivo di € 32.900,00, emettendo al riguardo unico mandato di pagamento a favore del sottoscritto;
-che all'atto della relativa liquidazione del mandato di pagamento da parte dell'Ufficio di Ragioneria dell'Autorità Portuale, il responsabile dell'ufficio, decide di inviare nota ad EQUITALIA S.p.A. chiedendo, in base al D.P.R. 29 Settembre 1973, n° 602, art. 48bis, e successive modalità di attuazione dell'articolo succitato (DECRETO ATTUATIVO N. 40 DEL 18 GENNAIO 2008), la posizione esattoriale del sottoscritto, ovvero se risultavano pendente nei confronti di EQUITALIA S.p.A.;
-che a seguito di ciò, EQUITALIA risponde all'Autorità Portuale, dicendo che il sottoscritto ha delle pendenze economiche per un complessivo di € 12.500, e chiede altresì di non effettuare alcun pagamento;
-che immediatamente, EQUITALIA notifica al sottoscritto ed all'Autorità Portuale (previa nuova notifica, al sottoscritto, di cartelle di pagamento) ATTO DI PIGNORAMENTO DI CREDITI VERSO TERZI (Art. 72 bis D.P.R. 29 Sett. 1973, n° 602); ORDINANDO all'Autorità Portuale di pagare direttamente all'AGENTE DI RISCOSSIONE l'importo di € 12.500, ed intimando al sottoscritto ed al terzo, di non disporre delle somme per cui è ordine di pagamento e di astenersi da qualunque atto diretto a sottrarre alla garanzia del credito le medesime somme;

TUTTO CIO' PREMESSO

Chiedo a Voi un parere tecnico su quanto succitato, per capire bene se Ll'Autorità Portuale, deve bloccare codesta liquidazione nei confronti del sottoscritto, alla luce dell'Atto di pignoramento emesso da EQUITALIA. E se EQUITALIA può farsi forse della legge succitata per emettere un ATTO DI PIGNORAMENTO nei confronti di somme che non rientrano nell'ambito di detta legge, se è vero come è vero che;
-l'Autorità Portuale, invece di effettuare mandati singoli per ogni prospetto mensile di note spese inviato, ha proceduto, in modo artificioso e diciamo anche in malafede, a cumulare tutti gli importi delle singole mensilità di Nota delle Indennità di Spese, in un unico pagamento dell'importo complessivo di € 32.900,00, facendo così scattare il cosidetto arteficio che descrive la legge n° 602/73 art. 48bis, (controllo con EQUITALIA per pagamenti superiori a € 10.000);
-che la liquidazione delle NOTE DELLE INDENNITA' DI SPESE, non rientra nella voce "PAGAMENTI", in quanto sono somme che il sottoscritto ha anticipato per conto dell'espletamento del servizio (pagamenti di pranzi e di gasolio per la propria macchina, etc,) e che quindi l'Autorità deve rimborsarmi;
-che altresì il D.P.R. 29 Settembre 1973, n° 602, art. 48bis, fa riferimento a rapporti di natura privatistica e cioè tra privato ed enti pubblici, cioè rientrano nel campo dei controlli della pubblica amministrazione, quindi, tutti quei fornitori che vantano crediti pari o superiori a diecimila euro; pertanto sono interessati le imprese, i fornitori di beni e servizi, etc.;
-che la circolare in commento, ritiene di escludere dalla richiesta di verifica da parte della pubblica amministrazione tutti quei pagamenti derivanti da taluni rapporti giuridici per i quali è ravvisabile una particolaere tutela ovvero uno speciale regime. Ed il riferimento è a somme erogate a titolo di stipendio, salari, ed altri emolumenti connessi a prestazioni di lavoro dipendente o assimilati;
Nella speranza di essere stato abbastanza chiaro nell'esplicitare l'argomento in oggetto, nell'attesa di un gradito parere tecnico, con l'occasione si inviano
Cordiali Saluti



RISPOSTA



La procedura del pignoramento dei crediti presso terzi, nel tuo caso, è legittima ed incontestabile, anche se la decisione di cumulare tutte le tue mensilità, in un unico pagamento, è una furbata ai limiti del consentito.
Tuttavia, la suddetta circostanza non cambia la sostanza del discorso: sei debitore nei confronti di Equitalia s.p.a., il relativo credito dell'agente di riscossione è incontestabile (la formazione del ruolo e la notifica della cartella esattoriale sono fasi della procedura, successive alla scadenza del termine per proporre ricorso amministrativo o giurisdizionale), l'Autorità Portuale dovrà saldare il tuo debito, prima di accreditare sul tuo conto corrente bancario, la differenza che ti spetta.

Equitalia s.p.a., ai sensi delle norme che hai citato nella tua mail, può legittimamente agire (così come ha fatto) con il pignoramento di crediti presso terzi.
Immediatamente dopo avere soddisfatto le proprie pretese creditorie, il vincolo sulle somme che ti spettano, sarà cancellato e riceverai la differenza.

E' irrilevante la circostanza che le somme dovute siano un rimborso-spese e non siano relative al pagamento, ad esempio, di uno stipendio. Da un punto di vista giuridico, ai fini del pignoramento, sorge un identico rapporto obbligatorio (credito-debito). In ogni caso quindi, Equitalia può procedere con l'apposizione del vincolo giuridico.

L'articolo 48 bis del D.P.R. n. 602 del 1973 che hai citato nella mail, è stato recentemente modificato dalla legge del 15 luglio 2009 n. 94 (articolo 2).
Tale norma risulta legittimamente applicabile alla tua fattispecie (anche il rapporto giuridico che ti riguarda è infatti, di natura privatistica) e non, esclusivamente, alle imprese e ai fornitori di beni e servizi.

L'articolo 72 bis del suddetto atto normativo rinvia all'articolo 545 del codice di procedura civile. Tale norma (terzo comma) prevede l'impignorabilità degli stipendi e delle altre indennità relative a rapporti di lavoro, esclusivamente, nell'eventualità in cui il datore di lavoro sia un privato (persona fisica o giuridica). Il terzo comma esordisce così: "le somme dovute dai privati a titolo di stipendio ..."
Il tuo datore di lavoro non può essere considerato, da un punto di vista giuridico, un privato quindi, le somme di tua pertinenza sono pignorabili.
Ti consiglio tuttavia, di sollecitare Equitalia s.p.a. al pagamento, a tuo favore, della differenza dovuta, nel più breve tempo possibile.
Cordiali saluti

Paga la tua consulenza

Inserisci il Costo

Easy Joomla Paypal Payment / Donations Module

Cerca Consulenza legale