Questo sito utilizza i cookies per gestire la navigazione ed altre funzioni

L'utilizzo di questo sito costituisce accettazione implicita all'uso dei cookies sul vostro dispositivo. Per saperne di piu'

Approvo

Informativa in adempimento degli obblighi previsti dall'Art. 10 della Direttiva n. 95/46/CE, nonchè a quanto previsto dalla Direttiva 2002/58/CE, come aggiornata dalla Direttiva 2009/136/CE, in materia di Cookie.

Questo sito utilizza i cookie per gestire autenticazione, navigazione, ed altre funzioni. L'utilizzo di questo sito costituisce accettazione implicita all'uso dei cookies sul vostro dispositivo.

Proprietario può mettere filo spinato per impedire ingresso dei cani del vicino nel fondo di proprietà





Buona sera
Abito in un appartamento in villa e ho 2 confinanti diversi: 1 a destra ed 1 a sinistra. Ho problemi con i cani di entrambi i vicini: il primo, il cui giardino confina alla mia sinistra ha 2 cani tipo da caccia che tiene in 40 mq da quando li ha presi. Sono sempre a lavorare ed i cani, non avendo altra valvola di sfogo, abbaiano tutto il giorno ad ogni persona che passa, ogni macchina,ecc.
Inoltre ha cementato il cortile e se mi affaccio vedo i loro escrementi che pulisce se va bene una volta al giorno.

Anche il Vicino di destra ha il giardino confinante col mio ed ha 2 cani di piccola taglia che lascia soli tutto il giorno. Oltre ad abbaiare si dilettano a strappare foglie e rami dal riconspermum che ho piantato nel mio lato del giardino 5 anni fa, prima ancora che costruissero la sua casa.
La pianta si estende in modo uniforme sopra una rete che si erige per 1,50 m sopra un muretto in cemento di 30 cm di altezza e 10 cm di larghezza.
Periodicamente lo curo potando i rami eccedenti anche dalla sua parte.
Recentemente i suoi cani hanno cominciato inoltre ad infilare il muso nel mio giardino recidendo qualche ramo principale della pianta e rischiando noi stessi di essere morsi. Abbiamo provato diverse volte a dire al Signore di mettere una rete e saremmo stati disposti anche noi stessi a farlo ma non ci fa entrare dunque abbiamo messo un filo spinato adiacente al muretto alto 20 cm senza che questo sporgesse oltre l'estensione del muretto.
Per circa 1 mese i suoi cani non hanno arrecato danni grossi alla pianta.
Lunedì mi ha citofonato dicendomi di toglierlo subito altrimenti mi avrebbe denunciato.
Gli ho chiesto per l'ennesima volta di montare la rete ma non ne vuole sapere.
Cosa posso fare???



RISPOSTA



Questo poi sarebbe il colmo; avresti tutto il diritto di denunciare il tuo vicino, per il reato di danneggiamento di proprietà privata, per il reato di disturbo delle occupazioni o del riposo delle persone … ed il tuo vicino cosa fa ??? Minaccia di denunciarti per avere legittimamente tutelato la tua proprietà, con del filo spinato ???
Leggiamo i reati commessi dai tuoi vicini; sono codificati dagli articoli 659 e 635 del codice penale.

Art. 659. Disturbo delle occupazioni o del riposo delle persone.

Chiunque, mediante schiamazzi o rumori, ovvero abusando di strumenti sonori o di segnalazioni acustiche, ovvero suscitando o non impedendo strepiti di animali, disturba le occupazioni o il riposo delle persone, ovvero gli spettacoli, i ritrovi o i trattenimenti pubblici, è punito con l'arresto fino a tre mesi o con l'ammenda fino a euro 309.
Si applica l'ammenda da euro 103 a euro 516 a chi esercita una professione o un mestiere rumoroso contro le disposizioni della legge o le prescrizioni dell'autorità.

Art. 635. Danneggiamento.

Chiunque distrugge, disperde, deteriora o rende, in tutto o in parte, inservibili cose mobili o immobili altrui è punito, a querela della persona offesa, con la reclusione fino a un anno o con la multa fino a 309 euro.

Il proprietario del cane è responsabile dei danni cagionati dal proprio animale, non soltanto da un punto di vista penalistico, ma anche civilistico, ai sensi dell'articolo 2052 del codice civile.

Art. 2052. Danno cagionato da animali.

Il proprietario di un animale o chi se ne serve per il tempo in cui lo ha in uso, è responsabile dei danni cagionati dall'animale, sia che fosse sotto la sua custodia, sia che fosse smarrito o fuggito, salvo che provi il caso fortuito.

Chi dovrebbe rispondere dei danni cagionati dai cani, alle tue piante, ai tuoi arbusti ??? Ai sensi dell'articolo 2052 del codice civile, il proprietario è responsabile in via oggettiva, dei danni arrecati dall'animale, salvo l'ipotesi del caso fortuito.

Tanto premesso, tutelare i tuoi beni, la tua proprietà con del filo spinato, adiacente al muretto e non sporgente oltre l'estensione del muretto medesimo, è perfettamente legittimo. La giurisprudenza fa riferimento, a tal proposito, agli offendicula.

Si definiscono offendicula (in italiano, offendicoli) i mezzi utilizzati per impedire l'accesso ad estranei a proprietà private o per la difesa di beni, con accorgimenti tali da procurare danni a chi si disponesse ad introdurvisi illecitamente.

Alcuni dei più comuni sono:

· filo spinato
· cocci di vetro
· punte di metallo
· inferriate a punta viva

Tali accorgimenti sono perfettamente leciti, purché non siano in grado di causare la morte accidentale di animali o dei passanti (ad esempio delle recinzioni elettrificate).

E' quanto affermato dalla Corte di Cassazione, Sezione IV, con sentenza del 26 febbraio - 15 aprile 2010 n. 14519. Secondo la Suprema Corte,

“La liceità del ricorso agli offendicula va ricollegata alla causa di giustificazione dell'esercizio di un diritto (articolo 51 del Codice penale): quello della difesa preventiva del diritto stesso, di natura patrimoniale o personale. Affinché, però, la difesa del diritto mediante il ricorso agli offendicula possa ritenersi consentita, occorre che gli stessi non siano - di per sé e per loro stessa natura - idonei a cagionare eventi di rilevante gravità, come le lesioni personali o la morte di colui che il diritto protetto aggredisce”.

Tanto premesso, apporre un filo spinato, adiacente al muretto, è legittimo alla luce dell'articolo 51 del codice penale e della giurisprudenza della Cassazione, in materia di offendicula. Tale strumento di difesa della proprietà non può essere considerato sproporzionato, relativamente alle tue esigenze di tutela.

Non riesco a capire il comportamento del tuo vicino. Per quale reato vorrebbe denunciarti ??? Toglierai il filo spianto, soltanto quando il tuo vicino avrà montato la rete da te richiesta, a tutela della tua proprietà (in fondo cosa gli costa, montare una semplice rete ???).

Siamo a disposizione per ulteriori chiarimenti.

Cordiali saluti.

Paga la tua consulenza

Inserisci il Costo

Easy Joomla Paypal Payment / Donations Module

Cerca Consulenza legale