I discendenti possono succedere per rappresentazione anche se hanno rinunziato all'eredità





Mia zia è morta senza testamento. Non si era mai sposata e non aveva avuto figli, e i suoi genitori e nonni erano morti prima di lei. Aveva un solo fratello: mio padre, che però ha rinunciato all'eredità di sua sorella gratuitamente e a favore di chiunque ne avesse diritto.
Mio padre ha due figli: io e mia sorella. Adesso che nostro padre ha rinunciato all'eredità di mia zia, io e mia sorella siamo eredi legittimi (al 50% l'uno) per nostro proprio diritto (perché, rinunciando nostro padre, siamo i prossimi nella linea di successione) oppure per rappresentazione?



RISPOSTA



Per rappresentazione, ai sensi dell'articolo 468 del codice civile. In base alla rappresentazione il discendente (rappresentante) è chiamato a succedere in luogo dell'ascendente (rappresentato) che non voglia o non possa accettare.
La rappresentazione ha luogo “nella linea collaterale, a favore dei discendenti dei fratelli e delle sorelle del defunto”.
Si tratta del tuo caso.

Art. 468 del codice civile. Soggetti.

La rappresentazione ha luogo, nella linea retta, a favore dei discendenti dei figli, legittimati e adottivi, nonché dei discendenti dei figli del defunto, e, nella linea collaterale, a favore dei discendenti dei fratelli e delle sorelle del defunto. I discendenti possono succedere per rappresentazione anche se hanno rinunziato all'eredità della persona in luogo della quale subentrano, o sono incapaci o indegni di succedere rispetto a questa.



E, se siamo eredi legittimi per rappresentazione, quindi subentriamo in tutto e per tutto a nostro padre, potremo, dopo la morte di nostro padre, rinunciare comunque alla sua eredità mantenendo quanto ereditato (in ipotesi per rappresentazione) da nostra zia?



RISPOSTA



In base all'articolo 468 2° comma del codice civile, “I discendenti possono succedere per rappresentazione anche se hanno rinunziato (519 e seguenti del codice civile) all'eredità della persona in luogo della quale subentrano, o sono incapaci o indegni di succedere rispetto a questa”.

In base a tale norma, avrete facoltà di rinunciare all'eredità di vostro padre, mantenendo quanto ricevuto per rappresentazione dalla zia.

A disposizione per chiarimenti.

Cordiali saluti.