Questo sito utilizza i cookies per gestire la navigazione ed altre funzioni

L'utilizzo di questo sito costituisce accettazione implicita all'uso dei cookies sul vostro dispositivo. Per saperne di piu'

Approvo

Informativa in adempimento degli obblighi previsti dall'Art. 10 della Direttiva n. 95/46/CE, nonchè a quanto previsto dalla Direttiva 2002/58/CE, come aggiornata dalla Direttiva 2009/136/CE, in materia di Cookie.

Questo sito utilizza i cookie per gestire autenticazione, navigazione, ed altre funzioni. L'utilizzo di questo sito costituisce accettazione implicita all'uso dei cookies sul vostro dispositivo.

I discendenti possono succedere per rappresentazione anche se hanno rinunziato all'eredità





Mia zia è morta senza testamento. Non si era mai sposata e non aveva avuto figli, e i suoi genitori e nonni erano morti prima di lei. Aveva un solo fratello: mio padre, che però ha rinunciato all'eredità di sua sorella gratuitamente e a favore di chiunque ne avesse diritto.
Mio padre ha due figli: io e mia sorella. Adesso che nostro padre ha rinunciato all'eredità di mia zia, io e mia sorella siamo eredi legittimi (al 50% l'uno) per nostro proprio diritto (perché, rinunciando nostro padre, siamo i prossimi nella linea di successione) oppure per rappresentazione?



RISPOSTA



Per rappresentazione, ai sensi dell'articolo 468 del codice civile. In base alla rappresentazione il discendente (rappresentante) è chiamato a succedere in luogo dell'ascendente (rappresentato) che non voglia o non possa accettare.
La rappresentazione ha luogo “nella linea collaterale, a favore dei discendenti dei fratelli e delle sorelle del defunto”.
Si tratta del tuo caso.

Art. 468 del codice civile. Soggetti.

La rappresentazione ha luogo, nella linea retta, a favore dei discendenti dei figli, legittimati e adottivi, nonché dei discendenti dei figli del defunto, e, nella linea collaterale, a favore dei discendenti dei fratelli e delle sorelle del defunto. I discendenti possono succedere per rappresentazione anche se hanno rinunziato all'eredità della persona in luogo della quale subentrano, o sono incapaci o indegni di succedere rispetto a questa.



E, se siamo eredi legittimi per rappresentazione, quindi subentriamo in tutto e per tutto a nostro padre, potremo, dopo la morte di nostro padre, rinunciare comunque alla sua eredità mantenendo quanto ereditato (in ipotesi per rappresentazione) da nostra zia?



RISPOSTA



In base all'articolo 468 2° comma del codice civile, “I discendenti possono succedere per rappresentazione anche se hanno rinunziato (519 e seguenti del codice civile) all'eredità della persona in luogo della quale subentrano, o sono incapaci o indegni di succedere rispetto a questa”.

In base a tale norma, avrete facoltà di rinunciare all'eredità di vostro padre, mantenendo quanto ricevuto per rappresentazione dalla zia.

A disposizione per chiarimenti.

Cordiali saluti.

Paga la tua consulenza

Inserisci il Costo

Easy Joomla Paypal Payment / Donations Module

Cerca Consulenza legale