Questo sito utilizza i cookies per gestire la navigazione ed altre funzioni

L'utilizzo di questo sito costituisce accettazione implicita all'uso dei cookies sul vostro dispositivo. Per saperne di piu'

Approvo

Informativa in adempimento degli obblighi previsti dall'Art. 10 della Direttiva n. 95/46/CE, nonchè a quanto previsto dalla Direttiva 2002/58/CE, come aggiornata dalla Direttiva 2009/136/CE, in materia di Cookie.

Questo sito utilizza i cookie per gestire autenticazione, navigazione, ed altre funzioni. L'utilizzo di questo sito costituisce accettazione implicita all'uso dei cookies sul vostro dispositivo.

Risarcimento danni - Risarcimento del danno da incidente stradale



Alessandra da Cremona:



Mio figlio è nato il 01/06/1991 è ha avuto un incidente in moto come passegero con data il 16/09/2007 qiundi ancora minorenne con danni fisici e morali ,fratture scomposta medio claveare.fratture dell'epifisi distale dell'ulna scomposta . Infatti a tutt'oggi è pieno di dolori è questo lo ha fatto cambiare caraterialmente.Le chiedo dandole le conclusioni del medico legale secondo lei quanto dovrebbe essere il risarcimento danni .Dall'esamedi tutto il corredo sintomatologico dovremmo riconoscere un periodo d' invalidità temporanea totale (I.T.T.) nella misura di giorni 30 ed un periodo d' invalidità temporanea parziale al 50% (I.T.P.)di 30 gg ed altri 30 al 25%.Valutando il danno biologico inteso come compromissione dell'efficienza psico-fisica e come danno alla vita di relazione,ed ivi compresii postumi invalidanti permanenti in R.C. dovremmo riconoscergli un' invalidità permanente pari al 12% del totale. Considerato il danno subito dovremmo riconoscergli un danno specifico nella misura del 10% del totale o quanto meno l'appesantimento del punto biologico. Aspettando una vostra risposta le porgo i miei saluti, Alessandra.



RISPOSTA



Relativamente al risarcimento del danno biologico, la giurisprudenza, alla luce dell'articolo 139 del codice delle assicurazioni, fa costante riferimento ad apposite tabelle che determinano gli importi da liquidare; attualmente la tabella del Tribunale di Milano, aggiornata nell'anno 2009, è la più usata dall'autorità giudiziaria, per determinare l'importo del danno biologico risarcibile.
E' necessario premettere, tuttavia, che il Tribunale o il Giudice di pace, nella determinazione del danno alla salute o alla vita di relazione, può discostarsi dalla suddetta tabella, motivando in maniera congrua le ragioni della scelta, ovvero può riferirsi a tabelle diverse da quella del Tribunale di Milano; le mie conclusioni, relative alla determinazione del danno, pertanto, sono orientative e non possono essere considerate come risultati indiscutibili di operazioni algebriche.
Ritengo che, relativamente ai giorni di invalidità temporanea totale, parziale al 50% e parziale al 25%, il giudice possa liquidare il danno nella misura orientativa di 6.930 euro.
Per quanto riguarda l'invalidità permanente pari al 12% del totale e il danno specifico pari al 10% del totale, ritengo che, in ragione della giovane età di tuo figlio, il danno complessivo possa essere quantificabile tra i 50.000 e i 70.000 euro complessivi.
A mio sommesso modo di vedere le cose, la cifra da me indicata è relativamente bassa, in considerazione dei gravi problemi fisici che immagino tuo figlio abbia subito, a seguito dell'incidente; tuttavia, l'autorità giudiziaria difficilmente liquida somme superiori a quelle indicate nella mail, nell'eventualità in cui l'invalidità permanente sia pari al 12% del totale.
Cordiali saluti

Paga la tua consulenza

Inserisci il Costo

Easy Joomla Paypal Payment / Donations Module

Cerca Consulenza legale