Questo sito utilizza i cookies per gestire la navigazione ed altre funzioni

L'utilizzo di questo sito costituisce accettazione implicita all'uso dei cookies sul vostro dispositivo. Per saperne di piu'

Approvo

Informativa in adempimento degli obblighi previsti dall'Art. 10 della Direttiva n. 95/46/CE, nonchè a quanto previsto dalla Direttiva 2002/58/CE, come aggiornata dalla Direttiva 2009/136/CE, in materia di Cookie.

Questo sito utilizza i cookie per gestire autenticazione, navigazione, ed altre funzioni. L'utilizzo di questo sito costituisce accettazione implicita all'uso dei cookies sul vostro dispositivo.

Eredità - Quota di legittima e disponibile, concorso nell'eredità del coniuge con i tre figli



Giuseppe da Benevento:



Salve, sono il primo figlio di due avuti da i miei genitori prima che divorziassero circa 10 anni fa. Mia madre abita nella casa che i miei nonni paterni donarono a mio padre e che oggi gli è stata assegnata per legge. Mio padre si è risposato (mia madre no) ed ha avuto un ulteriore figlio, ora ha ricevuto sempre tramite donazione da mio nonno paterno, alcuni terreni e una vecchia casa da risistemare. La mia domanda è come si divideranno un domani, spero il più tardi possibile, i beni sopra descritti?



RISPOSTA



Se tuo padre dovesse morire, senza lasciare alcun testamento, l'eredità sarà suddivisa, ai sensi dell'articolo 581 del codice civile, nel modo seguente:

1/3 alla seconda moglie

2/3 ai tre figli, in parti uguali

Se la seconda moglie dovesse morire in data antecedente alla morte di tuo padre, l'eredità sarà suddivisa in parti uguali tra i tre figli.
Ai sensi dell'articolo 9 bis della legge n. 898 del 1970, tua madre ha diritto alla corresponsione di un assegno di mantenimento mensile se, successivamente alla morte di tuo padre, si dovesse trovare in stato di bisogno. Tale assegno sarà a carico di tutti gli eredi. Ella perderebbe tale diritto, in caso di suo secondo matrimonio.
Se tuo padre dovesse redigere un testamento, le quote di legittima, a favore dei soggetti legittimari, che il testatore dovrà rispettare, sono le seguenti:

La quota di legittima a favore della seconda moglie, sarà pari ad 1/4.
La metà del patrimonio sarà riservata ai tre figli, in parti uguali.
La quota disponibile, ossia la porzione dell'eredità che può essere liberamente destinata dal testatore, sarà pari a 1/4.

Se la seconda moglie dovesse morire prima di tuo padre, il patrimonio riservato ai figli sarà pari a 2/3 e la quota disponibile a 1/3.
Tua madre avrà comunque diritto all'assegno di mantenimento, in caso di stato di bisogno.
Il testamento sarà annullabile, nel caso in cui tuo padre non dovesse rispettare le norme relative alle quote di legittima.
Cordiali saluti.

Paga la tua consulenza

Inserisci il Costo

Easy Joomla Paypal Payment / Donations Module

Cerca Consulenza legale