Questo sito utilizza i cookies per gestire la navigazione ed altre funzioni

L'utilizzo di questo sito costituisce accettazione implicita all'uso dei cookies sul vostro dispositivo. Per saperne di piu'

Approvo

Informativa in adempimento degli obblighi previsti dall'Art. 10 della Direttiva n. 95/46/CE, nonchè a quanto previsto dalla Direttiva 2002/58/CE, come aggiornata dalla Direttiva 2009/136/CE, in materia di Cookie.

Questo sito utilizza i cookie per gestire autenticazione, navigazione, ed altre funzioni. L'utilizzo di questo sito costituisce accettazione implicita all'uso dei cookies sul vostro dispositivo.

Risarcimento danni - Liquidazione del danno da parte di una Compagnia assicurativa



Andrea da Brescia:



Spett. staf,

A SETTEMBRE 2008 LA MIA AUTO è STATA GRANDINATA PORTATA DAL CARROZZIERE IL DANNO ERA DI EURO 2500,00 PIU IL CRISTALLO. DOPO IL SOPPRALUOGO DEL PERITO L’ASSICURAZIONE A RIMBORSATO EURO 1500 E DICENDO CHE IL CRISTALLO CON LA GRANDINE NON VENIVA RIMBORSATO.
CALCOLANDO CHE LA FRANCHIGIA è DEL 10% AVREI DOVUTO RICEVERE EURO 2250,00. IL CARROZZIERE CON MENO DI EURO 2500,00 NON LA RIPARAVA QUINDI LASCIA PERDERE.

A LUGLIO DEL 2009 L,AUTO A PRESO UN'ALTRA GRANDINATA PIU PESANTE QUINDI L,HO PORTATA DA UN ALTRO CARROZZIERE CHE CALCOLA IL DANNO IN EURO 4800,00 IL PERITO AL CONTROLLO DEL DANNO CONFERMA IL DANNO CHIEDENDO PERO’ SE A SETTEMBRE ERA STATA RIPARATA. SISTEMATA L,AUTO CON TANTO DI RICEVUTA DOPO POCHI GIORNI ARRIVA L,ASSEGNO DELL,ASSICURARIONE CON UN IMPORTO DI EURO 2430.00 . CHIAMATO L,ASSICURAZIONE PER SPIEGAZIONI MI DICONO CHE NON AVENDO PROVE CHE IO HO RIPARATO L’AUTO A SETTEMBRE MI ANNO SCALATO I 1500.00 EURO DEL DANNO DI SETTEMBRE .

L’ASSEGNO PER IL MOMENTO NON L’ HO CAMBIATO PERCHE STO DISCUTENDO ANCORA CON L’ ASSICURAZIONE CE POSSIBILITA DI ESSERE RISARCITO OPPURE NO COSA DEVO FARE?
CALCOLIAMO ANCHE CHE SONO PIU DI VENTANNI CHE NON HO SINISTRI E NON SONO UNO FURBO COME LORO PENSANO MA SONO LORO DEI TRUFFATORI BAST.
(LA MIA AUTO è UN ML270 MERCEDES DEL 2002)
DISTINTI SALUTI GRAZIE



RISPOSTA



Le Compagnie assicurative ne pensano una più del diavolo! Ad ogni modo, non sei costretto ad accettare la loro offerta, puoi rivolgerti ad un legale e citare in giudizio l'assicurazione per ottenere la liquidazione totale del danno.

Il giudice terrà ovviamente in considerazione la circostanza per cui, la tua condotta automobilistica, negli ultimi venti anni, è stata ineccepibile; non hai di certo un curriculum da truffatore di Compagnie assicurative.

Non sei tenuto a dare la dimostrazione della riparazione della vettura; avresti potuto tranquillamente smarrire, in buona fede, la documentazione (fattura) relativa al servizio reso, consegnata dal carrozziere. Non esiste un obbligo giuridico di conservarla.

Il mio consiglio è di rivolgerti ad un avvocato, accettando l'assegno di euro 2430,00, ESCLUSIVAMENTE A TITOLO DI ACCONTO, e citando in giudizio l'assicurazione, per ottenere il saldo dovuto!!!

Puoi cambiare l'assegno senza che questa tua condotta possa pregiudicare le tue ulteriori pretese di risarcimento tuttavia, devi comunicare le tue intenzioni, per iscritto, all'assicurazione (ossia che procedi ad incassare l'assegno, esclusivamente a titolo di acconto del risarcimento dovuto).

Cordiali saluti.

Paga la tua consulenza

Inserisci il Costo

Easy Joomla Paypal Payment / Donations Module

Cerca Consulenza legale