Questo sito utilizza i cookies per gestire la navigazione ed altre funzioni

L'utilizzo di questo sito costituisce accettazione implicita all'uso dei cookies sul vostro dispositivo. Per saperne di piu'

Approvo

Informativa in adempimento degli obblighi previsti dall'Art. 10 della Direttiva n. 95/46/CE, nonchè a quanto previsto dalla Direttiva 2002/58/CE, come aggiornata dalla Direttiva 2009/136/CE, in materia di Cookie.

Questo sito utilizza i cookie per gestire autenticazione, navigazione, ed altre funzioni. L'utilizzo di questo sito costituisce accettazione implicita all'uso dei cookies sul vostro dispositivo.

Diritto del lavoro - Richiesta di pagamento degli onorari e dei diritti dell'avvocato



Sara da Milano:



Buonasera sono sara della società Nuova YYYY srl; ultimamente abbiamo diversi problemi con 2 dipendenti. Tutto nasce dal fatto che la società purtroppo non è in un ottima situazione finanziaria, anzi pessima, stiamo facendo di tutto per non chiudere, prima di tutto perchè è una azienda famigliare e in secondo luogo perchè ci siamo sempre preoccupati dei dipendenti. Al 1 agosto l'azienda aveva alle proprie dipendenze 8 dipendenti di cui 2 in maternità e 2 in malattia per strani motivi. La società ha lavorato duramente per cercare di fatturare per pagare gli stipendi, ma purtroppo con 4 assenze è diventato un grave problema. Solo 3 delle nostre dipendenti lavorano continuamente senza fare assenze e aspettando che l'azienda fatturi in modo da poter pagare gli stipendi. Delle 2 dipendenti in malattia, una dopo 3 settimane di malattia e 3 di ferie, ha dato le dimissioni, l'altra inveceè ancora in malattia dal 13 luglio; entrambe però si sono affidate ad un avvocato per percepire in tempi brevi lo stipendio arretrato. Io sono al corernte dei diritti del lavoratore, ma l'azienda non ha diritti? Inoltre dagli avvocati delle dipendenti mi vengono persino chieste le spese legali, non me ne sono ancora accertata, ma in data 1 settembre avevo inviato alle interessati una raccomandata richiedendo le coordinate bancarie oper effettuare i bonifici, di una ho ricevuto le coordinate il giorno 16.09.09 e la lettera è stata fatta il 18.9.09, dell'altra ad oggi non ho ricevuto le coordinate, a fronte di questo posso evitare di pagare le spese legali? se avessero mandato le coordinate in tempo avrebbero potuto evitare. Spero che sia chiara la situazione. Vi ringrazio per la collaborazione Distinti saluti Nuova YYYY srl Sara



RISPOSTA



Non devi assolutamente pagare le spese legali relative all'assistenza, richiesta dai tuoi lavoratori dipendenti, agli avvocati a cui si sono rivolti.

L'avvocato ha diritto di chiedere il rimborso delle spese legali sopportate, esclusivamente al suo assistito e non alla controparte.

In genere le lettere scritte dagli avvocati, si concludono sempre con la richiesta di rimborso delle spese legali sopportate, rivolta alla controparte; quest'ultima tuttavia, non provvede quasi mai al versamento dell'importo richiesto, nei confronti dell'avvocato, consapevole del fatto che, senza un provvedimento del giudice, l'avvocato ha diritto di chiedere il pagamento degli importi di sua competenza, esclusivamente al suo cliente.

L'avvocato è sicuramente al corrente dei suoi diritti tuttavia, agisce da "furbetto" e chiede il pagamento sia al proprio assistito che alla controparte.

Talvolta la furbata riesce (dopo avere effettuato il pagamento, infatti, la controparte non ha diritto di chiedere la restituzione della somme versate all'avvocato), altre volte no!!!

Indipendentemente dalla data di ricevimento delle coordinate bancarie e della richiesta di pagamento, rifiutati con determinazione, di pagare l'avvocato dei tuoi lavoratori dipendenti, in assenza di un provvedimento di condanna dell'autorità giudiziaria.

Vada a chiedere il pagamento dei suoi diritti ed onorari ai suoi clienti, "non appena si rimetteranno in sesto"!!!
Cordiali saluti

Paga la tua consulenza

Inserisci il Costo

Easy Joomla Paypal Payment / Donations Module

Cerca Consulenza legale