Questo sito utilizza i cookies per gestire la navigazione ed altre funzioni

L'utilizzo di questo sito costituisce accettazione implicita all'uso dei cookies sul vostro dispositivo. Per saperne di piu'

Approvo

Informativa in adempimento degli obblighi previsti dall'Art. 10 della Direttiva n. 95/46/CE, nonchè a quanto previsto dalla Direttiva 2002/58/CE, come aggiornata dalla Direttiva 2009/136/CE, in materia di Cookie.

Questo sito utilizza i cookie per gestire autenticazione, navigazione, ed altre funzioni. L'utilizzo di questo sito costituisce accettazione implicita all'uso dei cookies sul vostro dispositivo.

Eredità - Divieto di stipulare patti successori. Il futuro marito non può rinunciare ai diritti ereditari, relativi alla futura successione di sua moglie



Gennaro da Venezia:



URGENTE: Siamo una coppia in età al secondo matrimonio da fare il 5 ottobre. La figlia della futura sposa è disperata perchè in casa di morte della madre a me spetterebbe metà dell'abitazione di proprietà della madre e lei quindi perderebbe questa metà che è patrimonio della sua famiglia.
Potrei rinuncare prima del matrimonio ad essere eventuale erede di mi moglie delle sue proprietà pre matrimonali? Rischia di saltare il matrimonio se non trovo una soluzione. Grazie
Gennaro



RISPOSTA



Non puoi, nella maniera più assoluta, rinunciare al tuo "status" di erede, prima dell'apertura della successione della tua futura moglie (ai sensi dell'articolo 456 del codice civile, la successione si apre al momento della morte del "de cuius").
L'articolo 458 del codice civile (Divieto di patti successori) prevede che:

"... e' nulla ogni convenzione con cui taluno dispone della propria successione. E' del pari nullo ogni atto col quale taluno dispone dei diritti che gli possono spettare su una successione non ancora aperta, o rinunzia ai medesimi".

Un eventuale accordo, con la figlia della tua futura moglie, in merito ai tuoi eventuali diritti successori, sarebbe colpito dalla sanzione della nullità ossia sarebbe giuridicamente inesistente e irrilevante.
La legge non tutela in alcun modo, l'egoismo della figlia della tua futura moglie, né tanto meno, è possibile stipulare un patto con il diavolo, in base al quale tu dovresti morire prima di tua moglie, per permettere alla signora di ereditare l'intero patromonio di sua madre.
Questa problematica situazione si risolve soltanto, con tanta ragionevolezza e senso di umanità.
Cordiali saluti.

Paga la tua consulenza

Inserisci il Costo

Easy Joomla Paypal Payment / Donations Module

Cerca Consulenza legale