Questo sito utilizza i cookies per gestire la navigazione ed altre funzioni

L'utilizzo di questo sito costituisce accettazione implicita all'uso dei cookies sul vostro dispositivo. Per saperne di piu'

Approvo

Informativa in adempimento degli obblighi previsti dall'Art. 10 della Direttiva n. 95/46/CE, nonchè a quanto previsto dalla Direttiva 2002/58/CE, come aggiornata dalla Direttiva 2009/136/CE, in materia di Cookie.

Questo sito utilizza i cookie per gestire autenticazione, navigazione, ed altre funzioni. L'utilizzo di questo sito costituisce accettazione implicita all'uso dei cookies sul vostro dispositivo.

Diritto Penale - Reato di falso ideologico e redazione di una consulenza, da parte dei consulenti tecnici del pubblico ministero



Giovanni da Caltanisetta:



Tribunale di C., tanto per cambiare.
In un processo che mi ha visto condannato per falso ideologico a un anno e quattro mesi per aver attestato che le analisi sulle sabbie erano perfette rispetto agli allegati progettuali, analisi fatte dalla Direzione Lavori.
Nel corso del dibattimento i CTU, consulenti tecnici del P.M. presso il Tribunale, sono incorsi in un clamoroso refuso affermando, a pag. 38 ultimo capoverso della loro relazione che “in nessun punto dell’allegato 8 si menziona per le granuolmetrie un fuso di progetto, ma solo un fuso di riferimento”, errore riconosciuto nel corso della deposizione resa all’udienza del 21 aprile 2007 dal prof. XY il quale ha ammesso che il menzionato allegato 8 indica con esattezza il “fuso di progetto” ed inoltre che le valutazioni scaturite dalle analisi di laboratorio (che bollavano come false le conclusioni della Commissione di Monitoraggio –dove io ne facevo parte- e quindi anche dell’ufficio di D.L. e della Commissione di collaudo) non tenevano conto del “fuso di progetto”, ma muovevano dal presupposto errato che le sabbie da versare sul litorale dovessero corrispondere al “fuso di riferimento”, con conseguente infondatezza delle conclusioni dei consulenti del P.M.

Il giudice nell’emettere la sentenza di 130 pagine non ha mai menzionato tale deposizione, ancor peggio la Corte dei Conti acquisendo la documentazione del Tribunale ha anch’essa omesso tale deposizione e mi ha condannato.
Il giudice puo’ essere querelato per aver fatto questa omissione cosi’ come quello della corte dei conti ? Se l’avessero fatto il processo penale si sarebbe chiuso per non luogo a procedere e querelati per falso ideologico i CTU.



RISPOSTA



Perchè si realizzi il reato di falso ideologico, è necessario che la commissione del fatto, avente rilevanza penale, ossia la presenza di menzogne contenute in un documento, sia accompagnata dall'elemento psicologico richiesto dal legislatore penale: il dolo.

Il giudice potrebbe essere incorso, durante la redazione delle motivazioni della sentenza, nella rilevante omissione che hai descritto nella tua e-mail, in assoluta buona fede o semplicemente a seguito di comportamento colposo.

E' necessario, al fine di denunciare il giudice per falso ideologico, avere le prove della sua mala fede, della coscienza e volontà di riportare delle menzogne, in un atto pubblico.
Lo stesso vale per i consulenti del Pubblico Ministero. Ritengo che non sia affatto facile dimostrare il dolo dell'autorità giudiziaria e dei consulenti, nel corso del tuo processo; inoltre, una tua eventuale denuncia, ti esporrebbe alle contro-querele da parte di coloro che hai denunciato (oltre al danno, la beffa!!!).
L'unico rimedio esperibile nei confronti dell'ingiusta sentenza che hai dovuto subire, è l'appello.

Hai trenta giorni per proporre appello, ai sensi dell'articolo 585 del codice di procedura penale. I termini sono previsti a pena di decadenza per la parte, non so se sei ancora nei termini per proporre appello. Rivolgiti, al più presto, al tuo avvocato.

Se il giudice avesse considerato le determinanti circostanze, a te favorevoli, che hai riportato nella tua mail, la sentenza sarebbe stata di assoluzione piena, tuttavia i CTU non sarebbero stati, in tal caso, automaticamente perseguibili, ai sensi di legge. Senza la dimostrazione dell'elemento psicologico (dolo), il reato di falso ideologico non può configurarsi.

Cordiali saluti.

Paga la tua consulenza

Inserisci il Costo

Easy Joomla Paypal Payment / Donations Module

Cerca Consulenza legale