Questo sito utilizza i cookies per gestire la navigazione ed altre funzioni

L'utilizzo di questo sito costituisce accettazione implicita all'uso dei cookies sul vostro dispositivo. Per saperne di piu'

Approvo

Informativa in adempimento degli obblighi previsti dall'Art. 10 della Direttiva n. 95/46/CE, nonchè a quanto previsto dalla Direttiva 2002/58/CE, come aggiornata dalla Direttiva 2009/136/CE, in materia di Cookie.

Questo sito utilizza i cookie per gestire autenticazione, navigazione, ed altre funzioni. L'utilizzo di questo sito costituisce accettazione implicita all'uso dei cookies sul vostro dispositivo.

Diritto privato - Revocazione della donazione per sopravvenienza di figli.





Salve volevo porVi un quesito

Nel 1984 muore mio padre e l'appartamento passa in eredità a sua moglie (mia madre)e i tre rispettivi figli (me compreso)nel 1989 mi sposo e nel 1993 alla nascita di mio figlio, mia madre, le mie due sorelle ed io facciamo una donazione dell'appartamento, 50% a me e 50% a mia moglie, Nel 1995 mi separo e nel 2009 riesco finalmente ad ottenere il divorzio, nel frattempo la mia ex moglie convive e ha avuto una bimba da circa 1 anno, a me non interessa l'appartamento ma volevo lasciarlo in eredità a mio figlio. La figlia della mia ex di diritto è entrata nell'asse ereditario, volevo chiedere se ci fossero gli estremi per far una rinuncia della donazione da parte delle mie sorelle. ringrazio per il tempo che mi concedete



RISPOSTA



Spero di avere capito bene: vorresti sapere se le tue sorelle possono revocare la donazione a favore di tua moglie, al fine di eliminare dalla ripartizione dell'asse ereditario, la figlia della tua ex moglie.
La donazione può essere revocata per per sopravvenienza dei figli. Non è possibile “rinunciare” alla donazione, come hai scritto nella tua mail.

Art. 803. Revocazione per sopravvenienza di figli.
Le donazioni, fatte da chi non aveva o ignorava di avere figli o discendenti legittimi al tempo della donazione, possono essere revocate per la sopravvenienza o l'esistenza di un figlio o discendente legittimo del donante. Possono inoltre essere revocate per il riconoscimento di un figlio naturale, fatto entro due anni dalla donazione, salvo che si provi che al tempo della donazione il donante aveva notizia dell'esistenza del figlio. La revocazione può essere domandata anche se il figlio del donante era già concepito al tempo della donazione.

Art. 804. Termine per l'azione.
L'azione di revocazione per sopravvenienza di figli deve essere proposta entro cinque anni dal giorno della nascita dell'ultimo figlio o discendente legittimo ovvero della notizia dell'esistenza del figlio o discendente, ovvero dell'avvenuto riconoscimento del figlio naturale.
Il donante non può proporre o proseguire l'azione dopo la morte del figlio o del discendente.

Negli ultimi 5 anni, tu o le tue sorelle avete avuto dei figli ??? se la risposta è positiva, potete presentare ricorso al tribunale per revocare la donazione e tornare nel possesso dei beni, tagliando fuori dalle aspettative ereditarie la figlia della tua ex-moglie.
E' l'unica strada giuridica percorribile, per revocare la donazione, nel tuo caso.
Siamo a disposizione per ulteriori chiarimenti.
Cordiali saluti.

Paga la tua consulenza

Inserisci il Costo

Easy Joomla Paypal Payment / Donations Module

Cerca Consulenza legale