Questo sito utilizza i cookies per gestire la navigazione ed altre funzioni

L'utilizzo di questo sito costituisce accettazione implicita all'uso dei cookies sul vostro dispositivo. Per saperne di piu'

Approvo

Informativa in adempimento degli obblighi previsti dall'Art. 10 della Direttiva n. 95/46/CE, nonchè a quanto previsto dalla Direttiva 2002/58/CE, come aggiornata dalla Direttiva 2009/136/CE, in materia di Cookie.

Questo sito utilizza i cookie per gestire autenticazione, navigazione, ed altre funzioni. L'utilizzo di questo sito costituisce accettazione implicita all'uso dei cookies sul vostro dispositivo.

Fisco e tributi - Avviso di accertamento agevolazioni fiscali prima casa agenzie delle entrate





Una mia amica (C.), e suo marito (P.), nel Giugno 2000 hanno acquistato una casa con le agevolazioni fiscali relative all'acquisto della 1.a casa (IVA al 4%). La proprietà era al 50% a testa. Nel Novembre 2003 il marito ha ceduto la sua quota alla moglie tramite regolare atto di vendita. Nel 2004 marito e moglie si separano legalmente e nel Agosto 2008 Carla vende la casa in questione e va' a vivere in affitto.
Nel Luglio 2011 arriva a Carla, dalla Agenzia delle Entrate, da pagare la cifra di 3400 Euro per aver venduto una casa acquistata con le agevolazioni fiscali e senza averne acquistata un'altra (riferisce di termine massimo di un anno dalla vendita).

E' corretto? La legge non prevede che se si vende una casa, acquistata con le agevolazioni fiscali per la prima casa, dopo i 5 anni dall'acquisto non si ha più nessun dovere?
In fondo Carla la casa e le agevolazioni fiscali partono dal 2000. Nel 2003 c'è stata solo una cessione di quota da parte di suo marito. Lei già viveva lì.
Mi date, per favore, una Vs. valutazione?
Grazie



RISPOSTA



L'avviso di accertamento dell'agenzia delle entrate è corretto. Nell'agosto 2008 infatti, non erano ancora passati 5 anni dal novembre 2003, ossia dalla cessione della quota immobiliare del 50% del marito, a favore della moglie. La moglie, nel novembre 2003, ha acquistato la quota immobiliare del 50% del marito, godendo nuovamente delle agevolazioni fiscali.
Carla ha venduto l'immobile 4 anni e 9 mesi dopo l'acquisto della quota immobiliare del marito. Ecco il motivo dell'avviso di accertamento e del recupero dell'imposta.

Hai scritto: “Nel 2003 c'è stata solo una cessione di quota da parte di suo marito”. E' qui che nasce l'equivoco … si tratta di una compravendita immobiliare come tutte le altre, che ha goduto delle agevolazioni fiscali “prima casa”.
Se Carla avesse venduto l'immobile nel dicembre 2008, l'avviso di accertamento non sarebbe arrivato !!!

Siamo a disposizione per ulteriori chiarimenti.

Cordiali saluti.

Paga la tua consulenza

Inserisci il Costo

Easy Joomla Paypal Payment / Donations Module

Cerca Consulenza legale