Questo sito utilizza i cookies per gestire la navigazione ed altre funzioni

L'utilizzo di questo sito costituisce accettazione implicita all'uso dei cookies sul vostro dispositivo. Per saperne di piu'

Approvo

Informativa in adempimento degli obblighi previsti dall'Art. 10 della Direttiva n. 95/46/CE, nonchè a quanto previsto dalla Direttiva 2002/58/CE, come aggiornata dalla Direttiva 2009/136/CE, in materia di Cookie.

Questo sito utilizza i cookie per gestire autenticazione, navigazione, ed altre funzioni. L'utilizzo di questo sito costituisce accettazione implicita all'uso dei cookies sul vostro dispositivo.

Aprire una porta sull’ingresso condominiale per dividere l’appartamento





Salve
Ho comprato un appartamento che intendo frazionare in due unità  immobiliari. Per accedere ad una delle due unità devo aprire una nuova porta sull'ingresso condominiale.
Il condominio non è d'accordo ma da quanto so non serve autorizzazione condominiale.
è possibile aprire la porta?
Grazie



RISPOSTA



Confermo nel modo più assoluto che il suo intervento edilizio non potrebbe alterare il decoro architettonico dello stabile condominiale, a maggior ragione a seguito della sentenza della Cassazione civile, Sezione 2, n. 28919 del 27/12/2011.

Sebbene spetti al giudice adito accertare in concreto se una data innovazione costituisca o meno alterazione del decoro architettonico, con una congrua ed adeguata motivazione, possiamo escludere questa ipotesi, relativamente alla fattispecie “de quo”, per i seguenti motivi.

1)L'alterazione del decoro architettonico, per essere giuridicamente rilevante, deve cagionare un pregiudizio economico comportante un deprezzamento dell'intero fabbricato e delle singole porzioni in esso comprese. Quale deprezzamento comporterebbe l'apertura di questa porta ??? Assolutamente nessun pregiudizio economico.

2)L'alterazione del decoro architettonico, per essere giuridicamente rilevante, deve essere in contrapposizione ad interessi della comunità condominiale. Se l'assemblea ha avallato l'apertura della finestra, quale interesse concreto, giuridico ed attuale impedirebbe l'apertura anche della porta ???

E' quanto espresso nella suddetta sentenza della Corte di Cassazione. La Cassazione ha escluso che la rimozione di una fioriera, per aprire una nuova porta, possa compromettere il decoro architettonico dello stabile. Inoltre i supremi giudici hanno enucleato i suddetti principi giuridici applicabili anche alla nostra fattispecie.

Siamo a disposizione per ulteriori chiarimenti.

Cordiali saluti.

Paga la tua consulenza

Inserisci il Costo

Easy Joomla Paypal Payment / Donations Module

Cerca Consulenza legale