Questo sito utilizza i cookies per gestire la navigazione ed altre funzioni

L'utilizzo di questo sito costituisce accettazione implicita all'uso dei cookies sul vostro dispositivo. Per saperne di piu'

Approvo

Informativa in adempimento degli obblighi previsti dall'Art. 10 della Direttiva n. 95/46/CE, nonchè a quanto previsto dalla Direttiva 2002/58/CE, come aggiornata dalla Direttiva 2009/136/CE, in materia di Cookie.

Questo sito utilizza i cookie per gestire autenticazione, navigazione, ed altre funzioni. L'utilizzo di questo sito costituisce accettazione implicita all'uso dei cookies sul vostro dispositivo.

Acquisto di un auto usata in garanzia. Ritardo nella riparazione impedisce all'acquirente di andare in vacanza





Spiego brevemente il mio problema.un anno fa ebbi la sciagurata idea di cambiare la mia auto e precisamente nel mese di maggio mi venne consegnata la nuova. Comprai anche l'estensione di garanzia a 5 anni. il 12 giugno di quest'anno portai l'auto in officina, la stessa del concessionario ove l'avevo comperata, per una spia motore accesa. Una volta smontata mi veniva detto che il problema erano due iniettori bloccati i quali avevano danneggiato due valvole motore dei relativi cilindri. Mi dissero che ci voleva un po per avere i ricambi. Dopo circa due settimane e mezza ancora l'officina non mi sapeva dire quando i pezzi sarebbero arrivati. Alchè dopo mie numerose telefonate sia all'officina che al centro clienti della casa madre tutte senza esito mi decisi su consiglio dell'ADUC a inviare una lettera di messa in mora al concessionario datata 01/07/2013 in cui pretendevo la risoluzione del problema entro 7 giorni dal ricevimento della stessa. Appena ricevuta la lettera riuscivo a parlare direttamente con un consulente della casa madre il quale scusandosi mi dava come previsione di consegna dei ricambi il 08/07/2013 e alla mia preoccupazione di dover saltare le ferie con inizio il 29 luglio e gia prenotate e pagate per cui con la perdita di tutto mi rassicurava dicendo che era impossibile che ci volesse cosi tanto ad avere i ricambi e che comunque nel caso malaugurato in cui non arrivassero mi avrebbero procurato un auto sostitutiva per permettermi di partire. Ovviamente l'8 luglio i pezzi non sono arrivati e dopo insistenti telefonate al call center della casa madre e all'officina con minacce varie solo oggi 11 luglio mi hanno richiamato. La stessa consulente della volta scorsa dapprima mi diceva di aspettare ancora fino al 22 e poi di risentirla che avrebbero preso un auto a noleggio. Mi sarei dovuto a quel punto recare presso il noleggio con la mia carta di credito (CHE NON HO) per procedere al noleggio. Quando ho ribattuto di non avere una carta di credito mi rispondeva che allora era un problema ma comunque di non preoccuparmi che il 22 luglio avrebbero risolto in un modo o nell'altro. Ovviamente ho tralasciato le ore e ore passate al telefono prima di riuscire ad avere risposte....anche se vaghe. Ora io non mi fido piu di sta gente che promette e poi non mantiene quindi Vi chiedo:
1) Nel caso il 22 mi si risponda picche o ancor piu probabile non mi si risponda nemmeno come mi posso comportare per non perdere almeno le vacanze?
2) Non c'è un tempo limite per riconsegnare un auto in riparazione essendo la stessa in garanzia?
3) Posso a quel punto chiedere che si riprendano l'auto e mi restituiscano i soldi?
4) Nel malaugurato caso perdessi le vacanze, visto anche il mezzo esaurimento nervoso che mi è venuto per sta storia in quanto potrei quantificare un'ovvia richiesta danni?
5) come procedere? Sicuro di una Vostra veloce risposta Vi ringrazio.



RISPOSTA



Non perderai certamente le vacanze …
Se il 22 luglio non ti riconsegneranno l'auto in garanzia e non ti metteranno a disposizione un auto a noleggio per le vacanze, vorrà dire che, dopo averli avvisati con raccomandata a/r, noleggerai un'automobile adatta alle esigenze della tua famiglia e, al ritorno dalle vacanze, presenterai il conto al concessionario inadempiente. Il concessionari rimborserà la fattura dell'auto che avrai noleggiato al fine di non perdere la vacanza prenotata da tempo.

2) Non c'è un tempo limite per riconsegnare un auto in riparazione essendo la stessa in garanzia?

Dobbiamo fare riferimento all'articolo 130 ultimo comma del codice del consumo. Tale norma parla di CONGRUO TERMINE E DI NOTEVOLI DISAGI. la quantificazione del “congruo termine” e dei “notevoli disagi” tuttavia, potrà essere effettuata soltanto dal tribunale, valutando di volta in volta tutte le circostanze e decidendo secondo buon senso;
… ma non sarà facile, anche perché, almeno finora, non c’è alcun riferimento dal Ministero, dalle categorie della produzione e da quelle della distribuzione.

Ecco cosa prevede la norma per la precisione …

“... le riparazioni o le sostituzioni devono essere effettuate entro un congruo termine dalla richiesta e non devono arrecare notevoli inconvenienti al consumatore, tenendo conto della natura del bene e dello scopo per il quale il consumatore ha acquistato il bene”.

La riparazione deve avvenire entro un termine tale da non recare disagi al consumatore; quindi entro una data che ti consenta di andare in vacanza con la tua famiglia, visto che sono mesi che l'auto è dal concessionario …

3) Posso a quel punto chiedere che si riprendano l'auto e mi restituiscano i soldi?

NO.

4) Nel malaugurato caso perdessi le vacanze, visto anche il mezzo esaurimento nervoso che mi è venuto per sta storia in quanto potrei quantificare un'ovvia richiesta danni?

Non devi perdere le vacanze.

Ai sensi del secondo comma dell'articolo 1227 del codice civile, devi usare l'ordinaria diligenza per ridurre il danno dovuto all'inadempimento della controparte … quindi devi noleggiare un'auto per la vacanza e presentare in seguito la fattura al concessionario.

Art. 1227 del codice civile. Concorso del fatto colposo del creditore.

Se il fatto colposo del creditore ha concorso a cagionare il danno, il risarcimento è diminuito secondo la gravità della colpa e l'entità delle conseguenze che ne sono derivate.
Il risarcimento non è dovuto per i danni che il creditore avrebbe potuto evitare usando l'ordinaria diligenza.

5) come procedere? Sicuro di una Vostra veloce risposta Vi ringrazio.

Avvisando il concessionario che andrai comunque in vacanza a loro spese … noleggiando un'auto. Avvisandoli per iscritto di questa circostanza, nel caso in cui dovessero risponderti picche il prossimo 22 luglio.

A disposizione per tutti i chiarimenti del caso.

Cordiali saluti.

Paga la tua consulenza

Inserisci il Costo

Easy Joomla Paypal Payment / Donations Module

Cerca Consulenza legale