Questo sito utilizza i cookies per gestire la navigazione ed altre funzioni

L'utilizzo di questo sito costituisce accettazione implicita all'uso dei cookies sul vostro dispositivo. Per saperne di piu'

Approvo

Informativa in adempimento degli obblighi previsti dall'Art. 10 della Direttiva n. 95/46/CE, nonchè a quanto previsto dalla Direttiva 2002/58/CE, come aggiornata dalla Direttiva 2009/136/CE, in materia di Cookie.

Questo sito utilizza i cookie per gestire autenticazione, navigazione, ed altre funzioni. L'utilizzo di questo sito costituisce accettazione implicita all'uso dei cookies sul vostro dispositivo.

Proprietario entra di sorpresa nell'appartamento abitato dall'inquilino





Il mio padrone di casa vuole vendere l'appartamento con noi come affittuari io ho ancora 3 anni alla scadenza del contratto. Il problema è che ci sono delle agenzie immobiliari con relativi acquirenti che vengono a visitare l'appartamento e qui con accordi lo possono fare ma però hanno pubblicato foto su internet dell'appartamento con le mie cose e questo a me non sta bene. Premetto che io non ho firmato nessun consenso ho chiesto di toglierle e fanno scarica barile tra proprietario e agenzia. Vi ringrazio. Attendo una vostra risposta. Grazie



RISPOSTA



Siamo sicuri che sul contratto di locazione non sia prevista una facoltà del genere per il proprietario ?

Procedi con una denunzia per il reato di cui all'articolo 615 bis del codice penale, interferenze illecite nella vita privata.
Prima di recarti dai carabinieri o dalla polizia, avvisa con raccomandata a/r sia il proprietario che l'agenzia immobiliare … vedrai che toglieranno le fotografie dal web, in men che non si dica !

Art. 615 bis del codice penale. Interferenze illecite nella vita privata.

Chiunque mediante l'uso di strumenti di ripresa visiva o sonora, si procura indebitamente notizie o immagini attinenti alla vita privata svolgentesi nei luoghi indicati nell'articolo 614, è punito con la reclusione da sei mesi a quattro anni. Alla stessa pena soggiace, salvo che il fatto costituisca più grave reato, chi rivela o diffonde, mediante qualsiasi mezzo di informazione al pubblico, le notizie o le immagini ottenute nei modi indicati nella prima parte di questo articolo.
I delitti sono punibili a querela della persona offesa; tuttavia si procede d'ufficio e la pena è della reclusione da uno a cinque anni se il fatto è commesso da un pubblico ufficiale o da un incaricato di un pubblico servizio, con abuso dei poteri o con violazione dei doveri inerenti alla funzione o servizio, o da chi esercita anche abusivamente la professione di investigatore privato.


Siamo a disposizione per tutti i chiarimenti del caso.

Cordiali saluti.

Paga la tua consulenza

Inserisci il Costo

Easy Joomla Paypal Payment / Donations Module

Cerca Consulenza legale