Garanzia auto usata comprata da concessionario codice del consumo





Buonasera, vorrei richiedere una vostra consulenza in merito ad una questione di garanzia di un Opel Corsa usata, acquistata a gennaio 2020.

RISPOSTA

Immagino che il rivenditore sia un concessionario che abbia previsto al momento della vendita del veicolo, la garanzia auto biennale regolata dal D. Lgs. 206 del 6/9/2005, denominato Codice del Consumo. La Garanzia Legale prevista dal Codice del Consumo, si applica per un periodo minimo di 24 mesi dalla data di consegna del veicolo nuovo; il termine è lo stesso per i veicoli usati, ma in questo caso può essere ridotto fino a non meno di 12 mesi purché con il consenso dell’acquirente, espresso prima della vendita.
In cosa consiste il contenuto sostanziale della garanzia? Eliminazione del difetto, mediante riparazione o sostituzione delle parti difettose senza spese per l’acquirente; qualora la riparazione non fosse possibile, o fosse eccessivamente onerosa, allora si potrà:
•congrua riduzione del prezzo, pari al valore che il Consumatore avrebbe potuto accettare di pagare se avesse avuto coscienza del difetto prima dell’acquisto;
•sostituzione di un veicolo con uno identico, sempre senza spese per il Consumatore,
•risoluzione del contratto, restituzione del veicolo e rimborso del corrispettivo pagato per l’acquisto.



Durante un viaggio fatto a luglio ho riscontrato un problema al motore, il quale mi ha consumato quasi tutto l'olio. Subito ho chiamato il rivenditore il quale ho messo al corrente della situazione, avendo la garanzia di un anno sul motore lui si è interfacciato direttamente con la garanzia per capire se si potesse fare qualcosa in merito. Alla fine dopo tanta attesa, la garanzia mi propone un preventivo fatto dal rivenditore il quale è di 1200€ per la riparazione, la spesa sarà divisa a metà tra la garanzia e me.

RISPOSTA

Immagino che si tratti di un problema alla testata dal motore, considerato l'importo necessario per la riparazione.



Io non accetto la proposta perché legalmente non mi sembra giusto che io debba rimetterci su una parte importante della macchina e soprattutto sul fatto che sia garantita. Sto riscontrando diversi problemi legalmente, come dovrei procedere?

RISPOSTA

La norma di riferimento è l'articolo 1227 del codice civile: “se il fatto colposo del creditore ha concorso a cagionare il danno, il risarcimento è diminuito secondo la gravità della colpa e l'entità delle conseguenze che ne sono derivate”.
In concreto, la richiesta di dimezzare l'importo della spesa necessaria per la riparazione del veicolo, avrebbe un senso, in caso di colpa del conducente – acquirente.
Ad esempio, in caso di mancato rispetto del piano delle manutenzioni da parte del conducente:
dovevi cambiare la cinghia di trasmissione dopo tot km percorsi, ma non lo hai fatto, quindi si è verificato il problema al motore.
Dovevi cambiare l'olio dopo 15.000 km percorsi, ma non lo hai fatto... etc etc
Diversamente, la proposta del concessionario sarebbe priva di una logica-giuridica.
Se la garanzia è attiva, copre il danno per intero …
Consiglio di procedere con atto di citazione al giudice di pace, con richiesta di rimborso dell'intero importo pari a 1200 euro.
A disposizione per chiarimenti.
Cordiali saluti.

Fonti: