Recesso contratto dentista pagamento penale 20%





Buonasera, il 31 ottobre 2020 ho fatto un preventivo dal dentista dentalxxxxxxx e purtroppo ho firmato senza leggere. Per il preventivo firmato da me, era stato richiesto a xxxxxxxxx Bank un finanziamento di 1070€. Oggi 3 Novembre, viste le nuove misure anti covid19 dei DPCM ho mandato un richiesta di diritto di recesso per questo finanziamento come da contratto entro 14 gg. Tale richiesta è stata inviata tramite email certificata a xxxxxx Bank, Dentalxxxx di _________ e alla sede di Dental xxxxx dove avevo firmato il preventivo (xxxxx). Sempre oggi, sono stato in clinica per fare l'igiene orale con un numero di preventivo diverso da quello stipulato in data 31 ottobre 2020. Dopo l'igiene ho informato la clinica che avevo inviato la mail di disdetta di per il finanziamento e quindi di non avere purtroppo la possibilità economica per le ore ridotte di lavoro come da DCPM. La clinica mi informa che per il finanziamento non ci dovrebbero essere problemi MA che potrei avere una sanzione del 20% come da condizioni generali del preventivo perché ho interrotto il trattamento.

 

RISPOSTA

 

Non si è trattato di interruzione del trattamento, visto che non ha avuto nemmeno inizio.



Il preventivo al punto 6 cita: " di accettare che, in caso di interruzione del trattamento per mia iniziativa non motivata in maniera precisa e circostanziata da inadempimento del medico nell'esecuzione della prestazione, è facoltà della clinica esigere e richiedere il pagamento, oltre alla cifra corrispondente alle cure effettuate fino a quel momento, anche il 20% dell'intero importo del preventivo accettato, a copertura dei costi sostenuti dalla struttura in previsione dell'esecuzione di tutte le cure preventivate."

 

RISPOSTA

 

Appunto, nel tuo caso non si tratta di interruzione del trattamento, visto che il trattamento non ha avuto nemmeno inizio. Non è applicabile il punto 6 del preventivo, per un motivo molto semplice: non essendoci stato alcun inizio nell'esecuzione della prestazione, il paziente non deve corrispondere nulla per “le cure effettuate fino a quel momento”.
Quali cure ? Nessuna cura è stata effettuata.
La penale del 20% è previsto a copertura dei costi sostenuti dalla struttura in previsione dell'esecuzione di TUTTE le cure preventivate.
… di TUTTE le cure preventivate, visto che il trattamento ha avuto un principio di esecuzione, quindi la clinica ha già affrontato i così detti costi fissi di inizio trattamento.



Come dicevo sopra, questo io purtroppo non lo avevo letto. Ora la mia domanda è: dato che il preventivo è firmato da me e quindi diventato contratto come legge, io potrei recedere da esso entro 14gg come legge italiana ?
(art. 52 del D. Lgs 21/2014 (Diritto di recesso).

 

RISPOSTA

 

Secondo l'articolo 52 del d.lgs. 21/2014, il consumatore dispone di un periodo di quattordici giorni per recedere da un contratto a distanza o negoziato fuori dei locali commerciali senza dover fornire alcuna motivazione.
Ai sensi dell'articolo 47, l'articolo 52 non si applica in caso di prestazione di servizi fornita da un professionista sanitario ad un paziente.
Non è possibile pertanto recedere da codesto contratto con Dentalpro, ai sensi dell'articolo 52 del d.lgs. 21/2014.
Art. 47. d.lgs. 21/2014 Esclusioni
1. Le disposizioni delle Sezioni da I a IV del presente Capo non si applicano ai contratti:
a) per i servizi sociali, compresi gli alloggi popolari, l'assistenza all'infanzia e il sostegno alle famiglie e alle persone temporaneamente o permanentemente in stato di bisogno, ivi compresa l'assistenza a lungo termine;
b) di assistenza sanitaria, per i servizi prestati da professionisti sanitari a pazienti, al fine di valutare, mantenere o ristabilire il loro stato di salute, ivi compresa la prescrizione, la somministrazione e la fornitura di medicinali e dispositivi medici, sia essa fornita o meno attraverso le strutture di assistenza sanitaria;



AGGIUNGO anche che, essendo 2 preventivi diversi (igiene orale di oggi e tutti i trattamenti firmati il 31quindi 2 separati), io in realtà non ho mai interrotto nessun trattamento perché l'igiene orale di oggi, ripeto, ha un n. di preventivo diverso dal preventivo firmato in data 31 ottobre.

 

RISPOSTA

 

Confermo si tratta di due contratti per prestazione di servizi di natura sanitaria, autonomi e differenti.



Quindi i trattamenti per come la clinica mi informa della penale del 20%, non sono MAI iniziati.

 

RISPOSTA

 

Confermo, non si applica la penale del 20% di cui al punto 6 del preventivo, in assenza di un principio di esecuzione della prestazione sanitaria.



Inoltre sul preventivo effettuato e richiesto il 31 ottobre 2020, la somma totale è sbagliata e in più alla fine del preventivo riporta: MODALITA' DI PAGAMENTO SCADENZA IMPORTO 31/10/2020 1070€ questo puo significaré che il preventivo è scaduto?

 

RISPOSTA

 

No. Questa particolare circostanza non inficia la validità del preventivo.

Fonti: