Vuoi chiedere una consulenza online ai nostri Avvocati?
RICHIEDI SUBITO UNA CONSULENZA

Divieto di sorvolo con un drone per riprese





Buongiorno.
Vi scrivo per una questione legata all'editoria e relativa pubblicazione di immagini.
Tramite una casa editrice sta per andare in stampa un volume che illustra le aree archeologiche della città di Siracusa.
Tra le immagini pubblicate nel testo ve ne saranno alcune scattate dall'alto con un drone nel 2013, facenti parte di un filmato all'epoca condiviso su YouTube.
Oggi la normativa ENAC vieta il sorvolo della città, ma credo che all'epoca non ci fosse una simile restrizione.

RISPOSTA

"Tempus regit actum": il tempo regola l'atto.
Secondo l’art. 793 del Codice della Navigazione (REGIO DECRETO 30 marzo 1942, n. 327), rubricato “Divieti di sorvolo, l'ENAC può vietare il sorvolo su determinate zone del territorio nazionale per motivi di sicurezza.
Inoltre quando ricorrono motivi militari ovvero di sicurezza o di ordine pubblico, l'ENAC, su richiesta della competente amministrazione, vieta il sorvolo su determinate zone del territorio nazionale.
Il Ministero delle infrastrutture e dei trasporti può, altresì, vietare la navigazione aerea su tutto il territorio nazionale, per eccezionali motivi di interesse pubblico”.
La normativa sopravvenuta a cui hai fatto riferimento è la circolare ATM-03B del 15 dicembre 2016, pertanto successiva al sorvolo della città con il drone, avvenuto nel 2013.
La circolare del 15 dicembre 2016 non vieta la pubblicazione di fotografie relative ai sorvoli antecedenti all'entrata in vigore della stessa; in un ordinamento liberale tutto quello che non è espressamente vietato, deve essere considerato consentito.
Pertanto, poiché nel 2013 il sorvolo era consentito, la pubblicazione delle fotografie scattate in data antecedente alla pubblicazione della circolare è assolutamente legale.



Vorrei sapere se si incorre in qualche rischio/illecito pubblicare nel libro le suddette immagini.
Resto a disposizione per chiarimenti.
Grazie

RISPOSTA

Assolutamente no.
Nessun rischio, nessuna responsabilità né civile né penale.
A disposizione per chiarimenti.
Cordiali saluti.

Fonti: