Bonus eccellenze assunzioni giovani laureati con 110 e lode e dottorati nell'anno 2019





Gentile avvocato, sono un ventinovenne laureato con 110/110 e lode in ingegneria meccanica all'Università Federico secondo di Napoli.
Ho anche conseguito un dottorato ma attualmente, strano a dirsi, essendo disoccupato sono tornato a vivere con i miei genitori.
La legge finanziaria per l'anno 2019 mi ha acceso una speranza! Mi è stato detto che il datore di lavoro che assume giovani laureati con 110 e lode o giovani che hanno conseguito un dottorato, ha diritto ad un anno di esonero dal versamento dei contributi Inps fino a ottomila euro!
E' vero tutto ciò?
Resto in attesa di una consulenza, fiducioso di poter rientrare a breve nel mondo del lavoro dalla porta principale!

RISPOSTA



Confermo quello che hai scritto: il bonus eccellenze è previsto dalla legge finanziaria per l'anno 2019 commi dal 706 al 717.
Attenzione perché il bonus eccellenze ha un arco temporale operativo molto limitato; opererà soltanto per l’anno 2019 sulle assunzioni con contratto a tempo indeterminato, anche a part time, nonché sulle trasformazioni a tempo indeterminato di contratti di lavoro a tempo determinato.
Sei giovane e mi scrivi dalla Campania: in caso di assunzione ci sarà quindi un doppio bonus per il datore di lavoro che non pagherà contributi Inps per tre anni; considera inoltre che la legge finanziaria ha prorogato anche il bonus occupazione Mezzogiorno per gli anni 2019 e 2020, nelle regioni Abruzzo, Molise, Campania, Basilicata, Sicilia, Puglia, Calabria e Sardegna, con riferimento a soggetti con meno di 35 anni d’età o con più di 34 anni, senza impiego da almeno sei mesi.

Approfondiamo adesso il bonus eccellenze (legge 145 del 31 dicembre 2018 - commi da 706 a 717): le agevolazioni spettano in due casi: laureati e dottorati.
Sono agevolate le assunzioni di persone in possesso di laurea magistrale (cinque anni), ottenuta tra il 1° gennaio 2018 al 30 giugno 2019 con una votazione pari a 110 e lode, e votazione media ponderata non inferiore a 108 su 110, entro la durata legale del corso di studi e prima del compimento di 30 anni d’età, presso università statali e non statali legalmente riconosciute (anche le università telematiche in presenza di specifici requisiti).

Sono altresì agevolate le assunzioni di laureati in possesso di dottorato di ricerca ottenuto tra il 1° gennaio 2018 e il 30 giugno 2019 prima del compimento di 34 anni d’età, presso università statali e non statali legalmente riconosciute, ad esclusione delle università telematiche.
Il bonus eccellenze non si applica in caso di assunzione da parte della pubblica amministrazione e degli enti pubblici.
In caso di assunzione a tempo indeterminato, ma part time, la misura dell'esonero dal versamento dei contributi è ridotta proporzionalmente.

In caso di trasformazione, durante il 2019, di un contratto a termine in un rapporto di lavoro a tempo indeterminato, il bonus eccellenze è ugualmente riconosciuto.

Qual è in concreto il beneficio per il datore di lavoro che procedere all'assunzione? l’esonero dal versamento dei contributi Inps a carico del datore di lavoro, con esclusione dei premi e contributi Inail, per un periodo massimo di 12 mesi dalla data di assunzione, nel limite massimo di 8 mila euro per neoassunto. L’incentivo è cumulabile con altri eventuali incentivi previsti dalla legge.

L'incentivo non si applica ai datori di lavoro domestico, né spetta ai datori di lavoro che, nei 12 mesi precedenti l’assunzione con l’incentivo, hanno proceduto a licenziamenti individuali per giustificato motivo oggettivo o a licenziamenti collettivi nella stessa unità produttiva dove s’intende procedere all’assunzione agevolata. E' possibile beneficiare dell’incentivo nel rispetto della normativa sugli aiuti in regime “de minimis”.

Cosa accade invece se l'azienda Alfa, datrice di lavoro, beneficia del bonus eccellenze per un dipendente, soltanto per alcuni mesi dell'anno 2019? (Assunzione e licenziamento nel corso dell’anno); la restante porzione del bonus potrà essere oggetto di fruizione da parte dell'azienda Beta, nuovo datore di lavoro dello stesso dipendente, ma sempre nel corso dell'anno in corso, ossia l'anno 2019.

A disposizione per chiarimenti.

Cordiali saluti.

Legge 145/2018 – legge finanziaria per il 2019 (commi dal 706 al 709)

706. Ai datori di lavoro privati che, a decorrere dal 1° gennaio 2019 e fino al 31 dicembre 2019, assumono con contratto di lavoro subordinato a tempo indeterminato soggetti in possesso dei requisiti previsti dal comma 707 e' riconosciuto un incentivo, sotto forma di esonero dal versamento dei contributi previdenziali a carico del datore di lavoro, con esclusione dei premi e contributi dovuti all'INAIL, per un periodo massimo di dodici mesi decorrenti dalla data di assunzione, nel limite massimo di 8.000 euro per ogni assunzione effettuata.
707. L'esonero di cui al comma 706 e' riconosciuto per le assunzioni a tempo indeterminato che riguardano:
a) cittadini in possesso della laurea magistrale, ottenuta nel periodo compreso tra il 1° gennaio 2018 e il 30 giugno 2019 con la votazione di 110 e lode e con una media ponderata di almeno 108/110, entro la durata legale del corso di studi e prima del compimento del trentesimo anno di eta', in universita' statali o non statali legalmente riconosciute;
b) cittadini in possesso di un dottorato di ricerca, ottenuto nel periodo compreso tra il 1° gennaio 2018 e il 30 giugno 2019 e prima del compimento del trentaquattresimo anno di eta', in universita' statali o non statali legalmente riconosciute.
708. L'esonero di cui al comma 706 e' riconosciuto anche per assunzioni a tempo parziale, purche' con contratto di lavoro subordinato a tempo indeterminato. In tal caso, il limite massimo dell'incentivo e' proporzionalmente ridotto.
709. L'esonero di cui al comma 706 si applica anche nel caso di trasformazione, avvenuta nel periodo compreso tra il 1° gennaio 2019 e il 31 dicembre 2019, di un contratto di lavoro a tempo determinato in contratto di lavoro a tempo indeterminato, fermo restando il possesso dei requisiti previsti dal comma 707 alla data della trasformazione.

Fonti: