Dipendente comunale assunto come categoria B non può svolgere istruttoria atti complessi





Sono un disabile assunto ai sensi della legge 68/99. Volevo con la presente sapere nello specifico e con certezza (perché la declaratoria non è molto chiara anche se il sindacato mi dice di no ma io voglio stare tranquillo) se un dipendente B1 ente locale può redigere atti amministrativi, impegni di spesa liquidazioni, accertamenti per violazioni iuc, mandati di pagamento, reversali ecc. o queste mansioni appartengono ad un impiegato di categoria superiore

 

RISPOSTA

 

Secondo il CCNL enti locali “revisione sistema classificazione professionale” del 31/03/1999, si tratta di mansioni da istruttore amministrativo ovvero da istruttore contabile, ossia da lavoratore categoria giuridica C, posizione economica C1 … almeno C1!

Di seguito l'esemplificazione dei profili dei lavoratori categoria giuridica B:
* lavoratore che nel campo amministrativo provvede alla redazione di atti e provvedimenti utilizzando il software grafico, fogli elettronici e sistemi di videoscrittura nonché alla spedizione di fax e telefax, alla gestione della posta in arrivo e in partenza. Collabora, inoltre, alla gestione degli archivi e degli schedari ed all’organizzazione di viaggi e riunioni.
* lavoratore che provvede alla esecuzione di operazioni tecnico manuali di tipo specialistico quali l’installazione, conduzione e riparazione di impianti complessi o che richiedono specifica abilitazione o patente. Coordina dal punto di vista operativo altro personale addetto all’impianto. * lavoratore che esegue interventi di tipo risolutivo sull’intera gamma di apparecchiature degli impianti, effettuando in casi complessi diagnosi, impostazione e preparazione dei lavori. Appartengono, ad esempio, alla categoria i seguenti profili: lavoratore addetto alla cucina, addetto all’archivio, operatori CED, conduttore di macchine complesse (scuolabus, macchine operatrici che richiedono specifiche abilitazioni o patenti), operaio professionale, operatore socio assistenziale.


Di seguito l'esemplificazione dei profili dei lavoratori categoria giuridica C:
* lavoratore che, anche coordinando altri addetti, provvede alla gestione dei rapporti con tutte le tipologie di utenza relativamente alla unità di appartenenza.
* lavoratore che svolge attività istruttoria nel campo amministrativo, tecnico e contabile, curando, nel rispetto delle procedure e degli adempimenti di legge ed avvalendosi delle conoscenze professionali tipiche del profilo, la raccolta, l’elaborazione e l’analisi dei dati.
Appartengono, ad esempio, alla categoria i seguenti profili: esperto di attività socioculturali, agente di polizia municipale e locale, educatore asili nido e figure assimilate, geometra, ragioniere, maestra di scuola materna, istruttore amministrativo, assistente amministrativo del registro delle imprese.


L'attività di istruttoria degli atti amministrativi deve essere svolta appunto dagli istruttori, ossia i lavoratori inquadrati come categoria giuridica C!

Il lavoratore inquadrato come B può provvedere alla redazione di atti non complessi, ad esempio le semplici richieste di documentazione di carattere fiscale nei confronti dei contribuenti … la redazione degli atti complessi invece, come gli avvisi di accertamento, deve essere svolta dal dipendente inquadrato come C.

A disposizione per chiarimenti.

Cordiali saluti.

Fonti: