Congedo straordinario legge 104/92 disabile ricoverato in casa di cura per accertamenti





Salve, sono in concedo straordinario legge104/92 per mio padre disabile, oggi è stato ricoverato in una casa di cura per accertamenti, e so che cosi il concedo dovrebbe sospendersi? ma il primario del reparto dove sta ricoverato mio padre mi ha dato un certificato nella quale mio padre in base alla sua patologia ha bisogno di assistenza H24 anche da parte di familiari posso inviare questo certificato all'inps per continuare il concedo? ed attraverso quale canale o come?

RISPOSTA

Il congedo straordinario biennale si perde se il familiare si ricovera a tempo pieno, tuttavia ci sono delle eccezioni in ragione delle quali si può ugualmente usufruire di ciò:
1. Il familiare disabile ricoverato a tempo pieno ha esigenza di interrompere il ricovero per recarsi al di fuori di tale struttura per effettuare visite o terapie certificate (messaggio n. 14480 del 28 maggio 2010).
2. Ricovero a tempo pieno del familiare disabile in stato vegetativo persistente o con prognosi infausta a breve termine
3. I sanitari della struttura ospedaliera, dove il disabile è ricoverato a tempo pieno, documentano la necessità da parte di un genitore o un familiare di assistere il disabile in situazione di gravità (circolare INPS n. 32/2012). Con la circolare n.90 del 23 maggio 2007, p. 7 l’assistenza ospedaliera di un disabile già era prevista per i bambini fino a tre anni di età. La circolare INPS n. 32/2012 rinvia alla circolare INPS 155/2010.
Come procedere concretamente?
Occorre inviare telematicamente all'INPS (immagino che tu abbia lo SPID per accedere al portale INPS) il certificato della struttura medica a cui hai fatto riferimento nel tuo quesito, in allegato allo stesso modello di domanda che hai utilizzato per chiedere il congedo straordinario biennale; questa volta però, flaggherai la casella “parente ricoverato a tempo pieno ma i medici hanno richiesto l'assistenza del familiare presso la struttura”.

Anche il datore di lavoro deve essere informato della variazione, quindi occorre inviare la medesima documentazione anche all'azienda. Il termine perentorio è trenta giorni dal ricovero. Consiglio di inviare una nota di accompagnamento della documentazione come la seguente:
Comunico, entro 30 giorni dal ricovero del ____________________, che il personale medico della struttura ha richiesto la presenza del sottoscritto familiare per assistere il paziente presso la struttura medesima. Allego modulo contenente idonea certificazione, copia del documento di identità, certificato medico della struttura presso cui è ricoverato il parente ___________________.

A disposizione per chiarimenti.
Cordiali saluti.

Fonti: