Richiesta al datore di lavoro del dipendente per attività amministratore condominio





Buonasera, ho un quesito da porre in merito alla concorrenza verso il datore di lavoro. Lavoro per un'Azienda con meno di 15 dipendenti, che opera in ambito immobiliare. Il CCNL è quello delle agenzie immobiliari 4° livello a tempo indeterminato. Il codice Ateco della Società è xxxxxxx e nell'oggetto sociale è citata anche la "la gestione di beni immobili, sia in proprio che per conto di terzi".
Per conto mio ho conseguito l'abilitazione presso l'A.N.AMM.I per poter intraprendere la professione di Amministratrice di Condominio, professione che eserciterei in concomitanza con il mio attuale lavoro, almeno all'inizio dell'attività.
Ora mi sorge il dubbio che l'Attività di Amministratrice di condominio possa essere in concorrenza con l'attività del datore di lavoro.

 

RISPOSTA

 

Confermo che potrebbe configurarsi violazione dell'obbligo di fedeltà di cui all'articolo 2105 del codice civile. Potenzialmente si tratta di un’attività di lavoro autonomo che potrebbe configurare conflitto di interessi con il lavoro di natura subordinata.
Art. 2105 del codice civile - Obbligo di fedeltà.
Il prestatore di lavoro non deve trattare affari, per conto proprio o di terzi, in concorrenza con l'imprenditore, né divulgare notizie attinenti all'organizzazione e ai metodi di produzione dell'impresa, o farne uso in modo da poter recare ad essa pregiudizio.



Premetto che la società non gestisce condomini.

 

RISPOSTA

 

Infatti, ho parlato di conflitto di interessi soltanto potenziale.



Le mie mansioni comprendono i rapporti con i conduttori, la fatturazione attiva, il recupero crediti e attività di supporto all'Amministrazione. Rimango in attesa di un cortese riscontro. Vi prego di contattarmi se avete bisogno di maggiori informazioni. Cordiali saluti.

 

RISPOSTA

 

Consiglio di comunicare al datore di lavoro la tua intenzione di intraprendere l'attività di amministratrice di condominio, con una email/lettera come la seguente:

Egr. dott. __________________, la presente per significarLe quanto segue: la scrivente ha conseguito l'abilitazione presso l'A.N.AMM.I per poter intraprendere la professione di Amministratrice di Condominio, professione che eserciterei in concomitanza con il lavoro subordinato presso la società ________________; tale attività sarebbe svolta compatibilmente con gli obblighi di cui all'articolo 2105 del codice civile, considerato che in azienda mi occupo di rapporti con i conduttori, fatturazione attiva, recupero crediti ed attività di supporto all'Amministrazione, fuori dall'orario di lavoro, segnalando di volta in volta all'ufficio personale gli incarichi ricevuti dai singoli condomini.
Considerato che l'arricchimento professionale derivante dall'attività di amministratrice di condominio, gioverebbe anche all'azienda datrice di lavoro, resto in attesa di un Suo cordiale riscontro.
Con ossequi.
LUOGO DATA
FIRMA


È meglio effettuare questa comunicazione preventiva, onde evitare fantomatiche contestazioni successive …
A disposizione per chiarimenti.
Cordiali saluti.

Fonti: