Come procedere in caso sospetto di Covid in azienda





Egr. avvocato sono un dirigente di un ufficio regionale e vorrei capire come procedere in caso di caso sospetto di Covid 19 in azienda. Come procedere in caso di lavoratore positivo al coronavirus?
Come procedere con i contatti stretti sul luogo di lavoro con il lavoratore positivo?

 

RISPOSTA

 

Procediamo con ordine. Come procedere nell'ipotesi di caso sospetto in azienda? Quali adempimenti a carico del datore di lavoro di cui al decreto legislativo n. 81/2015? a) L'azienda procede immediatamente ad avvertire le autorità sanitarie competenti nonché i numeri di emergenza per il COVID-19 forniti dalla Regione o dal Ministero della Salute b) si dovrà procedere all'isolamento del dipendente in base alle disposizioni dell’autorità sanitaria c) il lavoratore al momento dell’isolamento, deve essere subito dotato ove già non lo fosse, di mascherina chirurgica d) il datore di lavoro ovvero il dirigente apicale deve dare opportuna informazione al Medico Competente circa le misure preventive e i provvedimenti indicati dalla Autorità Sanitaria competente e) occorre procedere all'esecuzione di tampone ovvero di indagine diagnostica sulla base delle indicazioni dell’Autorità sanitaria e del Medico Competente; tutti i dipendenti venuti a contatto con il caso sospetto vengono inseriti in una lista provvisoria di contatti sino ad esito del tampone Quale sarà l'esito della indagine diagnostica relativamente al caso sospetto?

In caso di esito negativo, è prescritta l'auto-osservazione nel tempo del dipendente, prestando attenzione alla comparsa di eventuale sintomatologia.

In caso di esito positivo?
a) l'azienda deve collaborare con le Autorità sanitarie per la definizione degli eventuali "contatti stretti" di una persona presente in azienda che sia stata riscontrata positiva al tampone COVID-19. Ciò al fine di permettere alle autorità di applicare le necessarie e opportune misure di quarantena. Nel periodo dell'indagine, l'azienda potrà chiedere agli eventuali possibili contatti stretti di lasciare cautelativamente lo stabilimento, secondo le indicazioni dell'Autorità sanitaria

b) dare opportuna informazione al Medico Competente relativamente al tracciamento dei contatti effettuato dall’Autorità Sanitaria; anche il Medico Competente svolge preventivamente il tracciamento a supporto dell’Autorità Sanitaria e comunica i risultati all’Azienda per applicare le opportune misure di quarantena. L'azienda provvede alla tutela dei contatti stretti nel rispetto della privacy

c) provvedere alla chiusura della stessa amministrazione per almeno 24 ore ai fini dello svolgimento delle operazioni di pulizia e sanificazione dei locali interessati secondo quanto previsto dalla circolare n. 5443 del 22 febbraio 2020 del Ministero della Salute nonché alla loro ventilazione e all’adozione di tutte le misure prescritte in caso di esposizione al contagio; il datore di lavoro deve inviare la certificazione delle sanificazioni al SSP al fine di consentire le opportune valutazioni

Cosa accade in caso di contatto stretto di caso positivo sul luogo di lavoro?

a) Il dipendente comunica all’ufficio del Personale del datore di lavoro la condizione di contatto stretto con il positivo

b) L’azienda provvede cautelativamente a destinare ad attività in smart working il contatto stretto sino all'esito del tampone

c) si provvede all'esecuzione di tampone ovvero indagine diagnostica sulla base delle indicazioni dell’Autorità sanitaria e del Medico Competente,

d)tutti i dipendenti venuti a contatto con il caso sospetto vengono inseriti in una lista provvisoria di contatti sino ad esito tampone

Come procedere in caso di contatto stretto di caso positivo in ambiente di vita?

a) Il dipendente denuncia al proprio Medico di Base ed all'ufficio del personale, la condizione di contatto stretto e comunica eventuali indicazioni dell’autorità sanitaria.

b) L’azienda provvede alla sua tutela nel rispetto della privacy

c)L'azienda provvede ad ottemperare alle indicazioni dell’Autorità sanitaria circa la eventuale necessità di osservare isolamento, destinando ad attività in smart working il contatto stretto sino ad esito tampone

d)esecuzione di tampone o indagine diagnostica sulla base delle indicazioni dell’Autorità sanitaria e del Medico Competente, tutti i dipendenti venuti a contatto con il caso sospetto vengono inseriti in una lista provvisoria di contatti sino a esito tampone.

A disposizione per chiarimenti.

Cordiali saluti.

Fonti: