Incompatibilità e conflitto di interessi assistente sociale professionista con partita Iva





Ho un contratto part time al 40% a tempo indeterminato con una cooperativa sociale che eroga servizi alle pubbliche amministrazioni, ricopro il ruolo di assistente sociale, inoltre svolgo la stessa professione come libera professionista con partita iva.

RISPOSTA

Vediamo se ho capito bene: sei un assistente sociale assunta da una cooperativa sociale che, ad esempio, offre il servizio SAD – ADI presso il comune alfa, pertanto tu svolgi un ruolo di referente per la cooperativa nei confronti del settore dei servizi sociali del comune alfa.
Magari svolgi anche un ruolo di referente per la cooperativa, relativamente ad un altro servizio assistenziale, nei confronti del comune Beta.
Ad ogni modo, non sei una dipendente pubblica, quindi non si applicano le cause di incompatibilità di cui all'articolo 53 del testo unico pubblico impiego decreto legislativo n. 165 del 2001.



Ho ottenuto un incarico di 18 mesi come assistente sociale libero professionista presso la pubblica amministrazione, che mi chiede di dichiarare la non sussistenza di situazioni di incompatibilità.

RISPOSTA

Probabilmente sei stata inserita in una short list dell'ambito socio sanitario del tuo territorio, riservata agli assistenti sociali con partita Iva, da assegnare a richiesta, ai comuni facenti parte dell'ambito socio sanitario.
E' evidente che nel caso in cui dovessi essere contattata per lavorare come lavoratrice autonoma nei suddetti comuni alfa e beta, dichiarerai la sussistenza di un conflitto di interessi.



Allo stato attuale c'è incompatibilità?

RISPOSTA

Non c'è incompatibilità, ma potrebbe sorgere conflitto di interessi, nel caso in cui fossi destinata ai comuni alfa e beta dell'esempio suindicato!
Qual è la differenza tra incompatibilità e conflitto di interessi?
I casi di incompatibilità sono indicati dal decreto legislativo n. 39 del 2013 relativamente agli incarichi amministrativi. L'incompatibilità sussiste “ab origine”, sin dal momento del conferimento dell'incarico e può essere evitata soltanto rassegnando le dimissioni.
Il conflitto di interessi può sorgere anche successivamente al conferimento dell'incarico; nel caso in cui dovesse sorgere un conflitto di interessi, lo dichiarerai tempestivamente all'ambito socio sanitario che ti ha conferito l'incarico quale assistente sociale a partita Iva.



Se chiedo aspettativa faccio decadere l'incompatibilità o sono necessarie le dimissioni?

RISPOSTA

In questo caso non si configura nessuna fattispecie di incompatibilità dell'incarico.
Se sorgerà un conflitto di interessi con i comuni di alfa e beta, chiederai di lavorare presso il comune gamma …
A disposizione per chiarimenti.
Cordiali saluti.

Fonti: