Vuoi chiedere una consulenza online ai nostri Avvocati?
RICHIEDI SUBITO UNA CONSULENZA

Concorso interno per titoli agente polizia punteggio diploma infermiere





Buongiorno, sono un agente di polizia sto partecipando ad un concorso interno per titoli.
Ho un diploma magistrale quinquennale e nel 1995 ho concluso il corso triennale per infermiere professionale.
La mia domanda è: posso inserire nei miei titoli il diploma oramai equipollente alla laurea triennale, cioè posso inserire il possesso di laurea triennale in scienze infermieristiche anziché il diploma?
Questo perché la Laurea triennale mi farebbe un punteggio più alto rispetto al diploma.
Ringrazio

RISPOSTA

Siccome ho ricevuto numerose consulenze in questa materia, ti riporto di seguito quanto in precedenza mi è stato risposto dal Ministero dell'Università e della Ricerca, al quale ho chiesto un parere a proposito dell'equipollenza del diploma di infermiere professionale.

“Occorre preliminarmente precisare che le equipollenze e le equiparazioni sono stabilite normativamente dai Decreti Ministeriali ed Interministeriali, nelle materie di competenza dei vari Ministeri, per i fini dai medesimi previsti.
Proseguendo - per quanto di competenza di questo Ufficio e ferma restando l’autonomia di valutazione che pertiene all’Ente, Suo datore di lavoro – si rappresenta che per una più compiuta valutazione, questo Ministero avrebbe dovuto essere in possesso di tutta la documentazione attinente alla Sua richiesta: in assenza di questo, si svolgeranno talune considerazioni sulla scorta di quanto Lei ha dichiarato.
Nella materia d’interesse, assurge a rilievo il Decreto interministeriale del 27 luglio 2000 che, all’art. 1, sez. B fa espresso riferimento al titolo di infermiere professionale rilasciato ai sensi del Regio Decreto 21 novembre 1929, n. 2330, considerandolo equipollente al diploma universitario di infermiere di cui al Decreto Ministeriale n. 739/1994, esclusivamente “…ai fini dell'esercizio professionale e dell'accesso alla formazione post-base.”
La locuzione da ultimo richiamata si ritiene sia indicativa di un’espressa limitazione - ai fini, appunto “dell’esercizio professionale e dell’accesso alla formazione post-base” – che viene apposta all’equipollenza in parola.
Per quanto concerne, poi, il richiamo alle scuole dirette a fini speciali, di cui al D.P.R. 162/1982, si rappresenta che le scuole suddette erano istituite presso le Università e per l’ammissione alle stesse era necessario possedere un diploma di istruzione secondaria di secondo grado (art. 6, D.P.R. 162/1982).
Sulla scorta delle considerazioni, sopra svolte, si ritiene che l’equipollenza sancita dal D.I. del 27 luglio 2000, sopra richiamato, operi esclusivamente ai fini ivi indicati e che il disposto di cui all’art. 17 della Legge 240/2010 non trovi applicazione nella fattispecie in argomento”.


Tanto premesso, il diploma di infermiere professionale è equipollente esclusivamente “…ai fini dell'esercizio professionale e dell'accesso alla formazione post-base.”
Il perimetro dell'equipollenza è molto limitato, secondo il Ministero dell'Università e della Ricerca. Il tuo diploma non equivale invece ad una laurea triennale, ai fini dell'applicazione del punteggio, in fase di valutazione dei titoli di un concorso pubblico, sia esso interno oppure aperto a tutti gli interessati.

A disposizione per chiarimenti.
Cordiali saluti.

Fonti: