Vuoi chiedere una consulenza online ai nostri Avvocati?
RICHIEDI SUBITO UNA CONSULENZA

Diritto differimento prova orale concorso per maternità





Egr. avvocato, ho sostenuto un concorso presso un ente provinciale – città metropolitana da agente di polizia municipale.
La prova orale si svolgerà con modalità da remoto e potranno accedere alla sala virtuale, per assistere alla prova soltanto i primi 30 candidati che si prenoteranno al mattino, prima dell'inizio della sessione di esami orali.
E' stata estratta la lettera R, motivo per cui la sottoscritta che di cognome fa Rossi, dovrà sostenere la prova orale durante la prima sessione del fitto calendario di esami.
La prima domanda è la seguente: essendo la sottoscritta in maternità, ho diritto di chiedere il differimento della prova orale ad un momento successivo al parto?
Sono al sesto mese di gravidanza.

Ho diritto nel frattempo di prendere visione delle registrazioni audio – video (room meeting) delle prove orali degli altri candidati?
Posso presentare la domanda di accesso agli atti, avente ad oggetto le suddette registrazioni audio – video, prima di svolgere la mia prova orale, in modo da capire quali domande sono state inserite nell'urna per il sorteggio, dai componenti della commissione esaminatrice?
Sarebbe un bel vantaggio prendere visione dei filmati delle prove orali degli altri candidati, prima di sostenere il mio esame.

RISPOSTA

Iniziamo con la prima domanda.
Il candidato in maternità ha diritto al differimento della prova orale, in caso di problemi di salute certificato dal medico?
Certamente sì, come deciso dal TAR Lazio-Roma, sezione I-quater, con l’ordinanza 5 ottobre 2023, n. 6671: in considerazione del generale principio di tutela della maternità di cui agli articoli 31, comma 2, e 37, comma 1, della Costituzione, in attuazione del quale le norme primarie prevedono l’istituto dell’astensione obbligatoria (art. 16 del d.lgs. 151/2001), se presenterai documentazione sanitaria idonea a comprovare le criticità della tua salute, avrai diritto di chiedere il differimento della prova orale all'ultimo giorno previsto per i colloqui.
Non hai diritto di chiedere un differimento ulteriore, ossia non puoi chiedere che la commissione esaminatrice stabilisca un'apposita data per l'esame orale, successiva all'ultima giornata di colloqui già calendarizzata.

Secondo quanto previsto dalla sentenza del Consiglio di Stato, sezione V, del 17 novembre 2023, n. 9896, l'oggetto di un'istanza di accesso agli atti riguarda anche le registrazioni audio-video (room meeting) delle prove orali, anche se detenute dall’ente-società che ha organizzato le operazioni concorsuali.
La nozione di documento amministrativo, ai sensi dell’art. 22 della legge 241/1990, ricomprende anche le riproduzioni audio o audiovideo di una prova orale di un pubblico concorso, in quanto documento informatico detenuto da una pubblica amministrazione e concernente attività pubblicistica dalla stessa posta in essere.
A mio parere, la tua richiesta di accesso agli atti “documentale”, avente ad oggetto le riproduzioni audio o audiovideo della prova orale degli altri candidati, può essere presentata anche prima che i colloqui siano terminati, per i seguenti motivi:

a)non si applicano ai concorsi pubblici, le norme in materia di accesso agli atti degli appalti pubblici, non sussistendo alcuna esigenza di segretazione;

b)la prova orale se si svolgesse in presenza, sarebbe pubblica, in ossequio all'articolo 7 del dpr 487/1994, come modificato dal dpr 82/2023: ”le prove orali si svolgono in un’aula aperta al pubblico, di capienza idonea ad assicurare la massima partecipazione e, in caso di impossibilità a procedere in tal senso, lo svolgimento della prova può avvenire in videoconferenza, purché sia garantita comunque l’adozione di soluzioni tecniche che assicurino l’identificazione dei partecipanti, la regolarità e integrità della prova, la sicurezza delle comunicazioni e la loro tracciabilità, nel rispetto della normativa in materia di trattamento dei dati personali e, in ogni caso, la pubblicità della prova attraverso modalità digitali”;

c)secondo il TAR Lombardia sezione III, sentenza n. 2272/2019, “affinché un’aula o sala sia aperta al pubblico, occorre che durante le prove orali del concorso sia assicurato il libero ingresso al locale ove esse si tengono a chiunque voglia assistervi e, quindi, anche ai candidati che abbiano già sostenuto il colloquio o che non vi siano stati ancora sottoposti, atteso che ogni candidato è titolare di un interesse qualificato a presenziare alle prove degli altri, onde verificare di persona il corretto operare della Commissione esaminatrice”.

Il riscontro alla tua istanza di accesso agli atti avverrà entro 30 giorni dalla presentazione della stessa.

Nulla ti impedisce di chiedere il differimento della tua prova orale per maternità, in modo da prendere visione delle registrazioni delle prove orali degli altri candidati, per capire quali domande saranno rivolte dalla commissione esaminatrice.

A disposizione per chiarimenti.

Cordiali saluti.

Fonti: