Vuoi chiedere una consulenza online ai nostri Avvocati?
RICHIEDI SUBITO UNA CONSULENZA

Fac simile lettera licenziamento dipendente in età pensionabile pensione di vecchiaia





Buongiorno Avvocato, sono un datore di lavoro settore commercio e chiedo una consulenza per il licenziamento ad nutum di un dipendente in età pensionabile.
Il dipendente ha maturato al 28/02/2023, un numero di settimane di contributi, pari a 32 anni e 3 mesi ed un importo di pensione lordo mensile di € 1.470,00.
Avrebbe potuto già andare in pensione di vecchiaia dal 30/11/2022, avendo anche il requisito dell'età anagrafica previsto dalla legge.

RISPOSTA

Ciò significa che nell'anno 2022, questo dipendente ha compiuto 67 anni.
Avendo 32 anni di contributi, aveva maturato anche il requisito contributivo per la pensione di vecchiaia.
E' possibile licenziare il lavoratore dipendente, senza obbligo di motivazione, se questi raggiunge i requisiti previsti per la pensione di vecchiaia ordinaria.
Nonostante l'introduzione dell'incentivo al trattenimento in servizio ad opera della legge Fornero (art. 24 co. 4 D.L. n. 201/2011), sussiste ancora la possibilità di licenziamento “ad nutum” (licenziamento libero ex art.4, co. 2 Legge n. 108/1990), una volta che il dipendente abbia raggiunto i requisiti per il pensionamento di vecchiaia (pari a 67 anni di età e 20 anni di contributi, come da art. 24 comma 6 D.L. n. 201/2011).
Abbiamo in materia, anche una sentenza Corte di Cassazione (Sezioni Unite, sentenza n. 17589/2015): l’incentivo al trattenimento in servizio previsto dalla Fornero non implica un divieto di licenziamento prima dei 71 anni (requisito anagrafico attualmente previsto per la pensione di vecchiaia contributiva).
È possibile licenziare il dipendente se:
a) si tratta di un dipendente privato che ha maturato i requisiti per la pensione di vecchiaia ordinaria;
b) che ha raggiunto il limite ordinamentale di età, l’età per la pensione di vecchiaia (67 anni nel 2023), ed almeno 20 anni di contributi (oltre ad un assegno pensionistico non inferiore a 1,5 volte l’assegno sociale, in caso di assoggettamento al calcolo interamente contributivo della prestazione).



A questo punto lo vorrei licenziare e le scrivo per sapere se devo dare i 30 gg. di preavviso di licenziamento previsto dal contratto collettivo nazionale di lavoro, se è dovuto il ticket INPS per la Naspi e per chiederle se mi può girare un facsimile di lettera di licenziamento per questa situazione.
Grazie, cordiali saluti

RISPOSTA

Il licenziamento è “ad nutum” (ossia senza necessità di motivazione), ma con preavviso (preavviso previsto dalla contrattazione collettiva).
La Corte di cassazione con ordinanza 521/2019, ha riaffermato che in caso di risoluzione del rapporto di lavoro per raggiunti limiti di età anagrafica è comunque obbligatorio un atto formale di licenziamento con il preavviso per il lavoratore, stabilito dalla contrattazione collettiva.
Il ticket licenziamento deve essere pagato in ogni ipotesi di pensionamento con finestra, ovvero quota 100, opzione donna, pensione precoci, totalizzazione. In questi casi è infatti prevista una finestra prima della decorrenza della pensione e il datore di lavoro dovrà versare il contributo sulla cessazione del rapporto di lavoro. Lo ha precisato l’Inps nella circolare 40/2020.
Circolare INPS numero 40 del 19-03-2020 Il ticket non è dovuto invece, nel caso in cui il lavoratore cessi il rapporto di lavoro e maturi i requisiti per la pensione di vecchiaia o anticipata.

Al sig. _______________________

Oggetto: licenziamento ad nutum con preavviso


Da _____________ (datore di lavoro)
A ______________ (lavoratore)

Le comunichiamo la nostra decisione relativa al suo rapporto di lavoro, di procedere al licenziamento nel rispetto del periodo di preavviso pari a 30 giorni a decorrere dal ricevimento della presente, avendo Ella già maturato in precedenza i requisiti per la pensione di vecchiaia. Trascorso il periodo di preavviso, il rapporto si intenderà, pertanto, risolto a tutti gli effetti di legge e di contratto. Le competenze di fine rapporto saranno disponibili presso i nostri uffici a decorrere dal __________________. Voglia restituirci, sottoscritta per ricevuta, l’unita copia della presente lettera. Distinti saluti.

Data e firma del datore di lavoro.



A disposizione per chiarimenti.
Cordiali saluti.

Fonti: