Incompatibilità personale ATA part time scuola pubblica, docenza presso istituto privato





Salve, non riesco a trovare chiarimenti in merito a questa specifica questione di incompatibilità. Potete farmi luce?

RISPOSTA

Le incompatibilità del pubblico dipendente sono espressamente tipizzate dalla legge e dalla contrattazione collettiva nazionale di lavoro, quale fonte di secondo grado.



Sono un assistente amministrativo ATA di ruolo in part time verticale 18h posso svolgere la funzione di DOCENTE per 2 h settimanali presso un istituto privato?

RISPOSTA

Certamente sì, previa autorizzazione del tuo dirigente.
In base all'articolo 53 del D. Lgs. 30.3.2001, n. 165 ed in base alla legge del 23.12.1996, n. 662, al personale in part time è consentito l'esercizio di altre prestazioni di lavoro, generalmente non ammesse per chi ha un rapporto di lavoro a tempo pieno, pur con il rispetto di due limiti specifici:
1. le ulteriori attività lavorative non devono arrecare pregiudizio alle esigenze di servizio, ossia non si devono porre in conflitto di interessi con le attività della stessa amministrazione/istituto scolastico Circolare Funzione Pubblica n. 3/97, punto n. 6;
2. è consentito instaurare anche un rapporto di lavoro di tipo subordinato, ma non alle dipendenze di altre pubbliche amministrazioni [O.M. 446/97, art. 4].
L'autorizzazione avrà ad oggetto l'accertamento di un eventuale conflitto d'interessi con il secondo lavoro, nonché l'assenza di pregiudizio alle esigenze di servizio (attività di docenza fuori dall'orario di servizio).



Secondo l'art 58 del CCNL del 29/11/2007l riguardante le incompatibilità del personale ATA viene riportato quanto segue: "I dipendenti a part-time che non superano il 50% della prestazione lavorativa obbligatoria (ad esempio un ATA che svolge 18 ore settimanali) possono svolgere un'altra attività lavorativa sia come dipendente (mai con una amministrazione pubblica) sia come lavoratore autonomo a condizione che tali attività non comportino un conflitto di interesse con la specifica attività di servizio del dipendente."

RISPOSTA

Si tratta del comma 9 dell'articolo 58 del CCNL:
9. Al personale interessato è consentito, previa autorizzazione del dirigente scolastico, l'esercizio di altre prestazioni di lavoro che non arrechino pregiudizio alle esigenze di servizio e non siano incompatibili con le attività d'istituto della stessa Amministrazione. L’assunzione di altro lavoro, o la variazione della seconda attività da parte del dipendente con rapporto di lavoro a tempo parziale, deve essere comunicata al dirigente scolastico entro 15 giorni.
Il contratto collettivo nazionale di lavoro è in linea con l'articolo 53 comma 6 del decreto legislativo n. 165/2001 (testo unico pubblico impiego).



È stato posto, come ostacolo all'autorizzazione del DS la "natura" diversa del Profilo. Nel restare in attesa di una sua cordiale risposta, Vi ringrazio anticipatamente.

RISPOSTA

In base a quale norma sussisterebbe questo divieto di svolgere un secondo lavoro avente un profilo con natura diversa, considerato che non stai facendo una supplenza ma sei assunto a tempo indeterminato e pertanto fai parte della dotazione organica dell'istituto scolastico?
In caso di part time non superiore al 50%, la legittimità di attività extra-istituzionali diventa la regola, mentre il diniego assume carattere residuale
. Potresti aprire un'agenzia di investigazioni private, uno studio fotografico, potresti aprire una partita Iva come artista, potresti lavorare come dipendente per qualsiasi datore di lavoro privato … per quale motivo non potresti fare il docente per una scuola privata?
Forse qualcuno ravvisa un conflitto d'interessi tra il tuo lavoro presso la scuola pubblica ed il lavoro di docente presso la scuola privata?
Un conflitto d'interessi non riesco nemmeno ad ipotizzarlo … tuttavia mi sembra davvero l'unico appiglio per negarti questa autorizzazione.
Procedi con la richiesta di autorizzazione con la massima serenità; sono certo che il dirigente provvederà a rilasciare l'autorizzazione previa verifica di un eventuale conflitto d'interessi con il secondo lavoro, nonché previo accertamento dell'assenza di pregiudizio alle esigenze di servizio.
A disposizione per chiarimenti.
Cordiali saluti.

Fonti: