Vuoi chiedere una consulenza online ai nostri Avvocati?
RICHIEDI SUBITO UNA CONSULENZA

ISEE universitario: reddito genitore non convivente con lo studente





Buongiorno, sono una studentessa universitaria che ogni anno chiede l'isee per la riduzione delle tasse.
Io convivo con mia madre la quale non è mai stata sposata con mio padre e non convivono (lui inoltre non è sposato e non ha altri figli con un'altra persona).
Io non percepisco alcun mantenimento da parte di mio padre ma, avendomi riconosciuta alla nascita, il caf mi dice che devo inserirlo nell'isee come componente aggiuntiva. Così facendo il mio isee ordinario, che tiene conto solo dei redditi di mia madre, è di circa 4000 euro, mentre quello universitario (che tiene conto anche dei redditi di mio padre) è di circa 30000 euro, con un conseguente aumento esponenziale delle tasse! L'università mi ha detto che io non posso fare nulla per non inserire mio padre nell'ISEE, perchè dovrebbero esserci denunce in corso o comunque mio padre non dovrebbe avere la patria potestà.
E non basta neanche una certificazione che attesti che mio padre non mi dà alcun mantenimento. È davvero così?
Non c'è nulla che io possa fare per pagare la retta secondo le mie reali condizioni economiche? Grazie.
Cordiali saluti

RISPOSTA

Confermo quanto ti è stato riferito dalla segreteria dell'Ateneo. In allegato le istruzioni ISEE, la cui normativa di riferimento è contenuta nel DPCM 5 dicembre 2013, n. 159; saranno indispensabili per comprendere il senso della presente consulenza.
Nell'ipotesi di ISEE per prestazioni universitarie, il modello DSU (dichiarazione sostitutiva unica per il calcolo dell'ISEE) deve essere compilato anche relativamente al modulo FC.4, ossia il calcolo dell'ISEE deve considerare la così detta componente aggiuntiva, il genitore non coniugato e non convivente con il figlio iscritto all'università che intende avere accesso ad agevolazioni relative al pagamento delle tasse universitarie.
Nel modulo FC.4 quindi, occorre indicare anche i redditi di tuo padre non convivente con te, né tanto meno coniugato con tua madre.
Generalmente, quando si presenta il modello DSU per ottenere l'ISEE, si compila soltanto il modello MINI (composto dei moduli MB.1 e FC.1); generalmente, si considerano soggetti componenti la famiglia anagrafica ai fini ISEE, soltanto coloro che risultano dallo stato di famiglia presso il Comune di residenza alla data di presentazione della Dichiarazione sostitutiva unica (DSU). Si tratta di persone conviventi, legate da un vincolo di matrimonio, di parentela, di affinità, di tutela o semplicemente affettivo che convivono sotto lo stesso “tetto”.
L'ISEE universitario rappresenta invece un'eccezione alla regola generale; di conseguenza, dovrai pagare la retta, secondo le risultanze dell'ISEE universitario, ossia presentando il modello DSU comprensivo del quadro FC.4.

A disposizione per chiarimenti.

Cordiali saluti.

Fonti: