Vuoi chiedere una consulenza online ai nostri Avvocati?
RICHIEDI SUBITO UNA CONSULENZA

Vendita auto d'epoca di interesse storico-collezionistico immatricolata con problemi





Buondì, nel corso dei primi giorni di gennaio 2023, ho venduto un'auto di interesse storico-collezionistico immatricolata nel 1986, che a mia volta avevo acquistato da un precedente proprietario. L'auto è stata radiata ed esportata in Germania, ove risiede il nuovo proprietario. Abbiamo firmato un contratto generico, scritto in lingua francese, ove non si menzionano garanzie, limitazioni a garanzie, nè foro competente per eventuali controversie.

RISPOSTA

Un contratto tra un venditore privato ed un acquirente privato.
Non è un professionista, né il venditore né l'acquirente.
Il contratto si è concluso in Italia, pertanto si applica la legge italiana, secondo la normativa in materia di diritto internazionale privato.



Pagamento tramite bonifico bancario. L'automobile era stata sottoposta a revisione a Maggio 2022 e successivamente a Febbraio 2023 -in Italia- con esito regolare, senza raccomandazioni di interventi. L'acquirente ha visionato lungamente l'auto, l'ha messa in moto più volte ed è stato da me accompagnato per un test drive in strada, per un tragitto di una dozzina di km. L'acquirente era stato da me edotto verbalmente e visivamente (alla presenza di testimoni) che l'auto -ultra trentennale- pur essendo in buone condizioni generali (da me utilizzata settimanalmente), lamentava una perdita d'olio dal motore, di liquido refrigerante dal sistema di raffreddamento e che necessitava di interventi di manutenzione, seppure perfettamente marciante.

RISPOSTA

Pertanto l'auto è stata acquistata con la clausola “vista e piaciuta”, senza alcuna garanzia, tranne quella prevista dal codice civile per i vizi occulti, generalmente in riferimento a tutti i contratti di compravendita.



L'acquirente è stato informato anche del fatto, che l'auto, nel breve periodo del mio possesso, non era mai stata portata da un meccanico professionista. Alcuni giorni fa il nuovo proprietario scrive una e-mail (non una PEC), asserendo di aver fatto visionare l'auto da un esperto, il quale suggerisce di non utilizzarla per pericolosità.

RISPOSTA

Vorrei ben vedere … è un'automobile ultratrentennale!
Bella scoperta … non ha l'air bag, non ha abs, non ha esp etc etc
Tra l'altro, una macchina del genere la si acquista per collezionismo e non per fare il pendolare al lavoro!
Ad ogni modo, dopo quanti giorni dall'acquisto è pervenuta al venditore questa pec?
Immagino dopo oltre 8 giorni dall'acquisto!
Se così fosse l'acquirente sarebbe decaduto dal diritto alla garanzia legale di cui all'articolo 1490 del codice civile.
Art. 1490 del codice civile - Garanzia per i vizi della cosa venduta.
Il venditore è tenuto a garantire che la cosa venduta sia immune da vizi che la rendano inidonea all'uso a cui è destinata o ne diminuiscano in modo apprezzabile il valore.
Il patto con cui si esclude o si limita la garanzia non ha effetto, se il venditore ha in mala fede taciuto al compratore i vizi della cosa.

Art. 1495 del codice civile - Termini e condizioni per l'azione.
Il compratore decade dal diritto alla garanzia, se non denunzia i vizi al venditore entro otto giorni dalla scoperta, salvo il diverso termine stabilito dalle parti o dalla legge.
La denunzia non è necessaria se il venditore ha riconosciuto l'esistenza del vizio o l'ha occultato. L'azione si prescrive, in ogni caso, in un anno dalla consegna; ma il compratore, che sia convenuto per l'esecuzione del contratto, può sempre far valere la garanzia, purché il vizio della cosa sia stato denunziato entro otto giorni dalla scoperta e prima del decorso dell'anno dalla consegna.



Gentilmente, chiedo: - in caso di lite giudiziaria, il Foro competente sarebbe individuato in Italia o in Germania (contratto firmato in Italia, Veicolo consegnato a trasportatore in Italia)?

RISPOSTA

Ovviamente in Italia.
Dobbiamo fare riferimento al Regolamento (CE) n. 593/2008 del Parlamento europeo e del Consiglio, del 17 giugno 2008, sulla legge applicabile alle obbligazioni contrattuali che ha sostituito la convenzione di Roma. Qualora le parti non abbiano scelto la legge applicabile, sarà la tipologia del contratto a determinare i criteri: ai contratti di vendita di beni, si applica la legge del paese di residenza del venditore.



- essendo un'automobile ultratrentennale, che per quanto ne so io, potrebbe avere acquistato anche per mero collezionismo, la compravendita è tutelata da garanzia legale o sussiste una qualche sorta di garanzia speciale/ridotta?

RISPOSTA

La garanzia per i vizi occulti del codice civile.
Ma questo tuttavia, non sarebbe nemmeno un vizio occulto, ma una constatazione piuttosto banale e scontata, peraltro pervenuta oltre il termine di 8 giorni di cui all'articolo 1495 del codice civile, previsto a pena di decadenza della successiva azione giudiziaria!
Una persona sana di mente, farebbe mai un viaggio Roma – Berlino con un'automobile ultratrentennale?!
E' un'auto da appassionati collezionisti!



- in sintesi, a cosa potrei andare incontro?
Ringraziando per l'attenzione, porgo cordiali saluti.

RISPOSTA

A nulla, perché l'auto è stata regolarmente revisionata ed è stata acquistata senza garanzie contrattuali.
Non possiamo applicare le garanzie del codice civile, perché non è emerso nessun vizio occulto, ma una diagnosi di pericolosità scontata, banale e tardiva!
A disposizione per chiarimenti.
Cordiali saluti.

Fonti: