Rinvio fattura elettronica per srl con attività di fisioterapisti





Una società srl che esplica un'attività di Palestra con fisioterapisti ecc quando riceve il compenso per una prestazione deve emettere fattura ovvero fattura elettronica?

RISPOSTA

Fattura cartacea.
Riguardo la fattura elettronica, per le prestazioni sanitarie, il divieto di emissione della fattura elettronica è stato esteso al 2021: la normativa di riferimento è contenuta nella Legge di Bilancio, al comma 1105 (comma che esclude i soggetti tenuti all’invio dei dati al Sistema tessera sanitaria dalla fatturazione elettronica per un altro anno con le parole che seguono: All’articolo 10-bis del decreto-legge 23 ottobre 2018, n. 119 convertito, con modificazioni, dalla legge 17 dicembre 2018, n. 136, e successive modificazioni, le parole “Per i periodi d’imposta 2019 e 2020” sono sostituite dalle seguenti “Per i periodi d’imposta 2019, 2020 e 2021”.). Ha prorogato per un altro anno le norme applicabili alle prestazioni sanitarie in materia di fatturazione elettronica.



Se si con Iva?

RISPOSTA

L'attività del fisioterapista rientrante nella categoria di prestazione sanitaria, quindi è esente dall’imposta sul valore aggiunto ai sensi dell’art. 10, c. 1, n. 1 , del d.P.R. 633/72.
La norma, infatti, così dispone: «Sono esenti dall’imposta: […];
1 le prestazioni sanitarie di diagnosi, cura e riabilitazione rese alla persona nell’esercizio delle professioni e arti sanitarie soggette a vigilanza, ai sensi dell’articolo 99 del testo unico delle leggi sanitarie, approvato con regio decreto 27 luglio 1934, n. 1265, e successive modificazioni, ovvero individuate con decreto del Ministro della sanità, di concerto con il Ministro delle finanze». Il D.M. della Sanità del 21/1/1994, emanato di concerto con il Ministro delle Finanze, pubblicate sulla GU del 2/2/1994, e più ancora la Circ. 73/E/430/segr. del 27/5/1994 (Min. Fin., Dipartimento Entrate) ha precisato che rientra nel novero della professione sanitaria l’attività fisioterapica in quanto idonea alle funzioni di "diagnosi, cura e riabilitazione" e pertanto ha riconosciuto l’applicazione del regime di esenzione dall’IVA a patto che siano effettuate su specifica e preventiva prescrizione medica.
Attenzione: la professione di fisioterapista è stata successivamente qualificata come professione sanitaria riabilitativa dall’art. 3, Decreto del Ministero della Sanità del 29 marzo 2001, pertanto l’esenzione si applica automaticamente non essendo più subordinata alla presentazione di prescrizione medica da parte del paziente.



Le prestazioni ammontano ognuna a circa 80 Euro.
Grazie

RISPOSTA

L'importo della singola prestazione è irrilevante ai fini della presente consulenza. Ovviamente i dipendenti della SRL sono lavoratori regolarmente iscritti all’albo dei fisioterapisti e massofisioterapisti.
A disposizione per chiarimenti.
Cordiali saluti.

Fonti: