Vuoi chiedere una consulenza online ai nostri Avvocati?
RICHIEDI SUBITO UNA CONSULENZA

Guida per il pagamento dell'acconto IMU 2024. Deroghe alla regola del versamento pari al 50% dell'importo complessivo dell'anno precedente

 

Le regole per l'acconto ai fini IMU, da versare obbligatoriamente entro il 17 giugno 2024, non sono cambiate.
Il referente normativo per l'applicazione della così detta Super IMU è contenuto nei commi da 738 a 770 dell'art. 1 della legge 160/2019 (legge di Bilancio 2020); nessuna modifica è intervenuta per l'anno 2024.

La regola generale per il calcolo dell'acconto IMU del mese di giugno 2024 è la seguente: occorre versare il 50% dell'importo complessivo versato nell'anno precedente, ossia versato nell'anno 2023. Ci sono tuttavia alcune eccezioni che andiamo a schematizzare a beneficio di tutti i contribuenti titolari di un diritto reale su immobili.

Indice:

1. Cessione di immobile nel corso dell’anno 2023

Non si tiene conto dell'immobile venduto nel 2023 e si procede al versamento dell’imposta sulla base della reale situazione al momento del versamento, ossia al 17 giugno 2024

2. Acquisto di immobile nel corso del primo semestre dell’anno 2024

In sede di quantificazione dell'acconto IMU, non si deve versare alcuna somma in riferimento al nuovo immobile acquistato nel 2024

3. Cessione e contemporaneo acquisto di un immobile negli anni 2023 e 2024

Il contribuente può scegliere tra due opzioni, ugualmente legittime:

Opzione A: versare l'acconto senza prendere in considerazione né la vendita né l'acquisto

Opzione B: in ragione delle aliquote IMU 2023, quantificare l’acconto in considerazione dei giorni di possesso del nuovo immobile acquistato nell’anno 2024, senza versare l'imposta in relazione all'immobile ceduto nel 2023 che appunto, nell'anno in corso, non fa più parte del patrimonio del contribuente.

ATTENZIONE: a dicembre il saldo sarà quantificato alla luce delle aliquote stabilite dal Consiglio Comunale per l'anno in corso, ossia per l'anno 2024.

4. Destinazione ad abitazione principale nell’anno 2024 dell’immobile tenuto a disposizione nell’anno 2023

Il contribuente non verserà alcuna imposta a condizione che si tratti di un immobile rientrante nelle seguenti categorie catastali: A/2, A/3, A/4, A/5, A/6 e A/7.

5. Destinazione dell’immobile che era un'abitazione principale del contribuente nell’anno 2023, ad immobile locato nell’anno 2024

Obbligo di pagamento dell'acconto sulla base delle aliquote per l'anno 2023, fermo restando che il pagamento del saldo terrà in considerazione le aliquote per l'anno 2024.

6. Variazione quota di possesso dell'immobile nell'anno 2024

Ad esempio per cessione per compravendita della quota oppure per successione ereditaria a seguito del decesso di un comproprietario.

Obbligo di pagamento dell'acconto in ragione dell'effettiva quota di possesso dell'anno 2024, con l'aliquota dell'anno 2023, fermo restando che il pagamento del saldo terrà in considerazione le aliquote per l'anno 2024, come da circolare pubblicata sul sito del Ministero dell'Economia e delle Finanze.

7. Casa coniugale assegnata al coniuge a seguito di provvedimento di separazione in assenza di figli

Esenzione d'imposta stante l'assimilazione ad abitazione principale, a condizione che
a)ci sia stata l'assegnazione con provvedimento del giudice ex art. 337 sexies del codice civile
b)era l'abitazione principale dei coniugi, prima della loro separazione legale.

L'esenzione ai fini IMU spetta
a)anche se l'abitazione è di proprietà di altri soggetti, come ad esempio i genitori del marito o della moglie.
b)anche in assenza di un matrimonio, a condizione che nell'abitazione familiare la compagna oppure il compagno risieda con un figlio minore oppure con un figlio maggiorenne ma non ancora autosufficiente.

8. Ricordiamo infine la scadenza del 30 giugno 2024 per la dichiarazione ai fini IMU

Sussiste obbligo di dichiarazione IMU se nell'anno precedente, ossia nell'anno 2023, si sono verificati i seguenti presupposti impositivi: variazioni relative all’uso, alla quota di possesso, all’acquisto o alla cessione di immobili.