Danno da caduta responsabilità Comune documentazione da allegare referto pronto soccorso





La vigilia di San Silvestro 2023, attorno alle ore 9,00, camminando sul marciapiede sito nella via ove abito, accidentalmente scivolavo e cadevo a terra (quella mattina aveva ghiacciato).
Il luogo ove sono scivolato è nei pressi dell'ingresso del garage di una abitazione.
Il marciapiede è asfaltato nella sua totalità ad accezione dell'ingresso che porta al garage di detta abitazione.
Presumo che il tratto del marciapiede non asfaltato sia in cemento, o materiale simile. Dopo essermi rialzato è sopraggiunto (in auto) un mio conoscente che aveva la mia stessa direzione di marcia il quale, dopo essersi sincerato delle mie condizioni, riferiva di aver visto la caduta. Subito sono rientrato presso la mia abitazione e pochissimo dopo ho iniziato ad accusare dolore al ginocchio, al polso (che nel frattempo si stava gonfiando) ed al gomito dx.
Le lenti progressive degli occhiali che indossavo si sono graffiate.
Lo stesso pomeriggio mi sono fatto accompagnare al Pronto Soccorso ove mi è stato riscontrato contusioni multiple con escoriazioni al ginocchio e gomito. Il 3 gennaio seguente ho dovuto ordinare nuove lenti progressive con montatura dallo stesso ottico dove nel 2015 avevo acquistato gli occhiali, ora graffiati.

RISPOSTA

La documentazione probatoria a tua disposizione è la seguente: il referto del pronto soccorso e la fattura di acquisto delle lenti progressive.
Oltre al testimone che ti ha visto cadere ed è giunto in tuo soccorso.
Ricordo che ai sensi dell'articolo 2697 del codice civile, in materia di onere della prova, “chi vuol far valere un diritto in giudizio deve provare i fatti che ne costituiscono il fondamento. Chi eccepisce l'inefficacia di tali fatti ovvero eccepisce che il diritto si e' modificato o estinto deve provare i fatti su cui l'eccezione si fonda”.
Per escludere la responsabilità oggettiva di cui all'articolo 2051 del codice civile, il custode (Comune) deve dimostrare di aver posto in essere un’attività di precauzione per evitare che il tratto di marciapiede ghiacciasse. Per dimostrare invece la responsabilità del Comune, il danneggiato deve dimostrare di aver osservato la massima cautela, e che, nonostante questo, il danno si è ugualmente determinato nei suoi confronti.
E' essenziale anche l'elemento dell'insidia – trabocchetto, ai fini della responsabilità del Comune: il danneggiato deve fornire non soltanto prova del fatto e del danno, ma anche dell’insidia.



Non ho informato Forze di Polizia.

RISPOSTA

Non eri tenuto ad informare le Forze di Polizia, anche perché non si tratta di un reato da parte del Comune.



Premesso quanto sopra desideravo chiedere se posso avanzare richiesta di risarcimento al Comune ove risiedo.

RISPOSTA

Se quel tratto di strada è di proprietà comunale, puoi avanzare richiesta di risarcimento al Comune il quale, tramite i suoi uffici tecnici, avrebbe dovuto prendere tutti gli accorgimento necessari per evitare che il tratto di marciapiede ghiacciasse.
Il referente normativo è l'articolo 2051 del codice civile:
Art. 2051 del codice civile. Danno cagionato da cosa in custodia.
Ciascuno è responsabile del danno cagionato dalle cose che ha in custodia, salvo che provi il caso fortuito.



In caso affermativo, oltre ad allegare verbale di P.S., devo allegare fattura occhiali del 2015 e/o ordine occhiali del 3 gennaio 2024?
Grazie

RISPOSTA

Devi allegare anche le foto del luogo dove sei caduto, oltre ad indicare il testimone oculare.
Anzi ti consiglio di allegare anche una dichiarazione scritta del testimone oculare che espone l'accadimento dei fatti (scrittura privata firmata dal testimone).
Cosa devi provare per avere il risarcimento?
Il danneggiato deve provare di trovarsi in un determinato luogo e di aver subìto un danno dalla cosa, meglio se a causa della presenza di un’insidia. Lo può fare tramite foto, documenti, certificati, testimonianze.
Deve provare il danno subìto (certificati medici, scontrini spese, certificati di mancato lavoro, dimostrazioni di mancato guadagno). Occorre inviare una denuncia di sinistro al custode (Comune), che spesso è il proprietario della cosa, il quale si rivolgerà alla propria assicurazione. A disposizione per chiarimenti.
Cordiali saluti.

Fonti: